RELIGIONE  ED  ETICA
*
*   *
*

*     *     *
*    *    *
IL PAPA,  LA BOMBA,  LA MAMMA
Papa Francesco I, ha criticato aspramente gli statunitensi che il 13 aprile scorso hanno sganciato in Afganistan una bomba di circa 10 tonnellate (tipo quella che ha sepolto Osama bin Laden [non è suo il cadavere che falsamente hanno gettato in mare]) la quale ha ucciso 82 persone, della quale ho già parlato tempo fa (rompe i timpani a due chilometri di distanza) perché essi l'hanno chiamata la madre di tutte le bombe (Donald Trump ha avuto la spudoratezza di definirla “un altro grande successo” [...dei criminali U.S.A.]). Per il papa: madre significa vita mentre questa bomba (come tutte le altre) significa morte.
COMMENTO1. Associare la madre che dà vita ad una bomba che dà morte è una prerogativa tutta statunitense...

COMMENTO2. L'ho sempre detto che gli statunitensi (non li chiamo americani) sono dei criminali pervicaci.
COMMENTO3. Gli statunitensi hanno commesso altri crimini (sono in guerra in tutto il mondo) ed uno dei più eclatanti è la bomba atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto 1945 dove ha procurato 80.000 morti civili... e l'hanno chiamata “Little boy” cioè “Ragazzino”, mentre hanno chiamato “Fat Man” cioè “ciccione” quella sganciata su Nagasaki... Ma il massimo l'hanno raggiunto con il nome dell'aereo dal quale hanno sganciato l'atomica su Hiroshima: si chiamava “Enola Gay” come la madre del pilota assassino... Se non sono depravati mentali questi militari statunitensi... chiamare con il nome della madre il bombardiere della morte...
COMMENTO4. Ribadisco, bisogna stare molto attenti a questi statunitensi perché non hanno scrupoli (mandano a bombardare, come in Iraq, le donne incinte...): hanno l'intelligenza di un m--------e (senza offesa per questi poveretti) ed il papa (che non studia storia) si meraviglia...
Povegliano Veronese, 7 maggio 2017

P.S.
IL papa si costerna per la bomba paragonata alla mamma e poi riceve Donald Trump l'autorizzatore dell'uso della bomba madre di tutte le bombe...
Anche il sindaco di Milano non è da meno: accompagna in visita per la città Barack Obama il guerrafondaio bombardiere di Afganistan, Iraq, Yemen,
Libia, Pakistan, Siria e Somalia...
COMMENTO. Viviamo in un mondo di assassini... tollerati... osannati...
Verona, 8 maggio 2017
*    *    *
IL  PAPA  E  GIULIO  REGENI
Papa Francesco I, durante il volo di ritorno dall'Egitto, ha risposto in questi termini ai giornalisti che lo hanno intervistato: “Sono preoccupato: dalla Santa Sede mi sono mosso su questo tema, perché anche i genitori me lo hanno chiesto, ma non dirò come". Riservatezza sul colloquio con Al-Sisi.
Eppure il portavoce di Al-Sisi ha dichiarato che il papa non ha parlato del problema Regeni con il dittatore egiziano.
COMMENTO. Povero Giulio. Poveri genitori.
Piazzola sul Brenta, 30 aprile 2017
*    *    *
UN  PAPA  IRRESPONSABILE
Papa Francesco I ha parlato dell'ingiustizia della disoccupazione, ma accogliendo gli immigrati irregolati non viene forse aumentato il fenomeno della disoccupazione ? E allora parla a vuoto senza capire nulla di politica o di economia (O fa finta?). Ma la parola socialismo è peccaminosa... Forse non conosce - ad esempio - la vecchia costituzione comunista della Repubblica Democratica Tedesca.
Sugli immigrati ha ragione Di Maio: c'è un piano per "destabilizzare la nostra società nazionale". Con gli immigrati (dei quali non si sa nulla del loro passato e dell'ambiente dal quale provengono) si perdono le conoscenze storiche fondamentali per la coesione sociale. L'anomia è funzionale al capitalismo perché il tessuto sociale disgregato spinge l'individuo a pensare egoisticamente solo a se stesso senza valori di solidarietà sociale.
Verona, 28 aprile 2017
*    *    *
Papa  FRANCESCO  I  e  Papa   BENEDETTO XVI
La Chiesa cattolica con il teologo Joseph Aloisius Ratzinger (Benedetto XVI) ha cercato di intellettualizzare la cultura cattolica, ma le pecorelle
non studiano e non apprendono, mentre con il gesuita Jorge Mario Bergoglio (Franceco I) ha cercato di raggiungere le masse incolte. Francesco I si presenta come una persona qualsiasi, come un amico un po' pacioccone come Giovanni XXIII, ma in questo modo diffonde un cattolicesimo banale non sacro. In questa società laica manca la sacralità che solo la religione sa diffondere. Con Francesco I il cattolicesimo diffonde amicizia e buonismo che di divino non hanno nulla: è la morale del brav'uomo del pater familias niente più. Forse è bene così perché fare discorsi teologici a chi non crede nella resurrezione dei morti, nella transustanziazione e nell'immacolata concezione non serve a niente. Benedetto XVI si è limitato ad esporre la storia della teologia cattolica con i Padri della Chiesa mentre avrebbe dovuto sfoderare scomuniche e le tesi dei Dottori della Chiesa per far comprendere al popolo cattolico la grandezza e l'infallibilità del pensiero cattolico.
In definitiva: PAX ET BONUM.
Affi, 28 marzo 2017
*    *    *
IL  PAPA  IN  VISITA  A  MILANO
Il papa Francesco I visitando il carcere milanese di San Vittore ha dichiarato: "Sono a casa".
COMMENTO1. E allora perchè non ci resta, così limita i danni al mondo ?
COMMENTO2. Ribadisco che è un irresponsabile.
Bardolino, 25 marzo 2016
*    *    *
TRANSVERBERAZIONE
A Rona, nella chiesa di Santa Maria della Vittoria è conservata una statua - opera di Gian Lorenzo Bernini - di Santa Teresa d'Avila mentre sta per essere trafitta al cuore da un Angelo:

    
Roma - Chiesa di Santa Maria della Vittoria - Portale e statua di Santa Teresa d'Avila (G.L.Bernini 1652)
Bernini rappresenta la visione di Santa Teresa d'Avila mentre viene trafitta al cuore da un Angelo
Questo fenomeno nella mistica cristiana si chiama transverberazione... C'è sempre da imparare !
COMMENTO. Il sorrisetto dell'Angelo e l'estasi di Santa Teresa non mi convincono: una lancia che trafigge il cuore è un simbolo cruento di morte e l'Altissimo non è mai crudele.


Roma - Chiesa di Santa Maria della Vittoria - Altare con icona boema della Madonna della Vittoria
COMMENTO. La luminosità è abbagliante (difficile da fotografare)

Garda, 15 marzo 2017
*    *    *
VERGINITA'  DI  MARIA  NAZARENA
E' un argomento che nel passato è stato origine di grandi discussioni anche perché i Vangeli sinottici e quelli apocrifi non sono chiari come del resto è confuso tutto quello che riguarda la religione. Sta di fatto che è stato necessario proclamare il dogma dell'Immacolata concezione nel 1854 da parte di Pio IX.
Quel che mi interessa qui è l'ordalia della “Prova delle acque amare” alla quale Maria di Nazareth fu sottoposta perché suo marito Giuseppe al ritorno a casa, dopo un assenza per lavoro di due anni (…), la trovò incinta. Questa prova è riportata nel Protovangelo di Giacomo e consiste nel far bere ad una donna sospettata di adulterio un soluzione di acqua consacrata ed un foglio (forse di papiro) nel quale erano scritte delle regole particolari (?). Se la pancia della donna non si gonfiava ed i fianchi non avvizzivano, allora la donna non aveva commesso adulterio. Maria superò la prova delle acque amare. Sempre nel Protovangelo di Giacomo viene riportata la constatazione della levatrice Salomè sulla verginità di Maria. [Nei vangeli sinottici la prova delle acque amare e quella della constatazione delle verginità di Maria da parte della levatrice non è riportata anche perché si afferma che partorì mentre Giuseppe era andato a cercare una levatrice].
La questione della verginità mariana è importante perché collegata con i concili di Efeso del 431 e di Calcedonia (451) nei quali si sancì la duplice natura di Cristo contemporaneamente umana e divina. Conseguentemente (…) Maria divenne madre di Dio non solo in senso fisico ma in senso divino (quindi non muore [dormitio], sale al cielo con anima e corpo, viene incoronata,...). Cioè la Madonna è una Dea creata due millenni or sono [le chiese evangeliche contestano l'assunzione] perché solo una Dea può partorire un Dio (...).
Nell'arte, dopo il concilio di Efeso, la sorella maggiore dell'imperatore bizantino Elia Pulcheria fa costruire a Costantinopoli tre chiese dedicate a Maria (prima erano dedicate solo a Cristo ed agli Apostoli) e per giunta nella chiesa di Santa Maria Odighitria vi era custodita l'icona dipinta da San Luca con la vera immagine di Maria ... (!). [Ecco perché nelle icone bizantine l'immagine della Madonna è sempre uguale nei secoli].

Madonna Odichitria conservata nel santuario di Montevergine a Mercogliano (Avellino)
Il volto (incorporato in un dipinto di Montano d'Arezzo, XIII-XIV secolo) pare sia l'originale della Madonna Odighitria (dipinto da San Luca nel I secolo) portato
 dall'imperatrice  Eudocia a Costantinopoli nel 439 e poi trasferito in Italia da Baldovino II di Costantinopoli e donato al santuario nel 1295 da Maria d'Ungheria regina di Napoli.

[A Costantinopoli era conservato anche il mantello di Maria qui fedelmente dipinto da Montano d'Arezzo, però il bambino non tiene in mano il tradizionale rotolo]

CONSIDERAZIONE. Se poi alla rinfusa aggiungo il matrimonio mistico di Santa Caterina da Siena (o d'Alessandria) raffigurata mentre viene inanellata con il prepuzio di Gesù, allora non ne posso più.
PS1. Tutto questo è possibile perché su Internet si trovano informazioni che ovviamente non erano a disposizione nemmeno venti anni orsono. Però ho sudato parecchio per trovare la spiegazione della Prova delle acque amare.
PS2. La storia che viene insegnata nelle scuole e nelle università va riscritta e purtroppo io non ne ho il tempo.
Affi, 12 giugno 2016
*     *     *
IL  PENSIERO  CATTOLICO
Il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Commissione Episcopale Italiana, parlando della disastrosa situazione occupazionale genovese, ha dichiarato che la “Disoccupazione continua a crescere, serve un miracolo.”
Sembrerebbe un'affermazione normale - e per un cattolico in effetti lo è - in quanto è indicativa di un pensiero primitivo magico allorquando l'uomo non riusciva a comprendere le cause dei fenomeni. I cattolici sono rimasti all'epoca della pietra, anzi, prima...
Anche “l'uomo della strada” ha talvolta un pensiero simile quando, relativamente a situazioni che con riesce a risolvere, afferma che ci vorrebbe un colpo di fortuna...
Le discipline economiche non hanno insegnato nulla ai dirigenti cattolici i quali non conoscono il socialismo ma il capitalismo sì... La prima ideologia – essendo connessa con il materialismo storico – viene rifiutata perché ateistica e anticlericale, mentre la seconda – pur essendo ateista – viene accettata perché non anticlericale.
TRADUZIONE ROMANESCA. Ci vorrebbe un bucio de culo...
Bardolino, 9 giugno 2016
*     *     *
Papa Francesco I ed il disagio epocale
Ieri il papa ha dichiarato: “In Italia tante tradizioni, abitudini e visioni della vita sono state intaccate da un profondo cambiamento d’epoca. Noi, che spesso ci ritroviamo a deplorare questo tempo con tono amaro e accusatorio, dobbiamo avvertirne anche la durezza: nel nostro ministero, quante persone incontriamo che sono nell’affanno per la mancanza di riferimenti a cui guardare. Quante relazioni ferite.”.
COMMENTO. Non solo i fedeli sono travolti dalla rivoluzione capitalistica bilderberghiana globale, ma anche i papi dimissionari...
Verona, 17 maggio 2016
*     *     *
SECONDO  LA  BIBBIA,_DIO   CREO' L'UOMO:  ONNIVORO,  CARNIVORO,  VEGETARIANO  O  VEGANO ?

Considerando i versetti 29 e 30 della Genesi:
...
29. Poi Dio disse: «Ecco, io vi dò ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme: saranno il vostro cibo.
30. A tutte le bestie selvatiche, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei quali è alito di vita, io dò in cibo ogni erba verde». E così avvenne.
… …
Si conclude che gli animali sono erbivori (non carnivori né fruttivori) e gli uomini vegetariani (non strettamente vegani, cioè basta che non si nutrano di carne).

Verona, 16 maggio 2016
*     *     *
GLI  IMMIGRATI  SONO  UTILI ... AI  CAPITALISTI
I governanti del P(artito) D(elinquenti) sono preoccupati per il calo delle nascite e cercano di stimolarle elargendo qualche euro ai neogenitori... quando questi hanno un lavoro precario e per i loro figli si prospetta un'esistenza altrettanto precaria...
COMMENTO1. Facciano i capitalisti figli, così li impiegheranno nelle loro fabbliche come dipendenti... ! Ma non vogliono che i loro figli facciano lavori da manovali, preferiscono impiegare gli immigrati...!
COMMENTO2. I capitalisti potrebbero impiantare le loro fabbriche in Pakistan o in Bukina Faso..., ma preferiscono starsene nei loro attici metropolitani e nelle loro ville rivierasche... Vengano gli immigrati ad elemosinare un lavoro precario...!
COMMENTO3. E tutti questi stupidi precari non pensano al socialismo come al sistema politico ed economico che risolverebbe i problemi della società, no, pensano alle illusioni materialiste veicolate dai mezzi di informazione che li convincono che il capitalismo è l'unico sistema economico possibile: tutto il resto sono lontane ideologie illiberali irrealizzabili.
P.S. E bisogna lasciare liberi gli immigrati di scorrazzare per tutta l'Europa mantenendoli (ci pensa la Caritas) come riserva di schiavi per le case e le aziende dei capitalisti.
Soave, 15 maggio 2016
*     *     *
PAULUS  TARSENSIS
"Mulieres in Ecclesiis taceant"
Benacus, A.D. X. Kal. Oct.
*     *     *
ATEISMO  DA  STRAPAZZO  BIS
Piergiorgio Odifreddi, del quale ho scritto il 17 agosto scorso, ha detto due cose interessanti:
- una di cronaca religiosa e cioè che un fedele di Padre Pio, invocandolo, ha ottenuto la presenza di un angelo che ha preso la sua lettera e l'ha consegnata in un'ora...
- l'altra di carattere scientifico avendo fatto capire che la legge della gravità universale di Isaac Newton del 1684 non è altro che la sistemazione generale matematica delle leggi astronomiche di Johannes von Kepler del 1609/18
COMMENTO. Ha ragione a sminuire la figura di Newton, ma non doveva intitolare il suo libro 
"Sulle spalle di un gigante. E venne un uomo chiamato Newton" come se Newton fosse un messia. E' grave per un ateo attribuire a Newton una natura divina (capisco perché si è meritato due "Asini d'oro").
Sanremo, 21 agosto 2014
*    *    *
ATEISMO  DA  STRAPAZZO
Questa sera a Sanremo in piazza San Siro, Piergiorgio Odifreddi è stato intervistato da Giovanni Choukhadarian presentando il suo libro
"Sulle spalle di un gigante. E venne un uomo chiamato Newton".
Odifreddi Sanremo 2014
Sanremo, 17 agosto 2014, piazza San Siro  -  Giovanni Choukhadarian e Piergiorgio Odifreddi

Una pena.
Ha affermato che a Gerusalemme sono saliti in cielo dalla "rampa di lancio" Gesù, la Madonna e Maometto (questi è morto a Medina)
-
Ha affermato che la Matematica è l'unica vera religione perché è uguale in tutto il mondo, mentre le religioni sono mere superstizioni (Non sa che esistono varie matematiche ed è una grave offesa per i matematici considerare la loro disciplina una religione)
- Non ha distinto la matematica come scienza formale dalle scienze sperimentali come la fisica
- Non ha voluto rispondere ad una mia domanda perché chiedendo se potevo fargli una domanda avevo già fatto una domanda mentre avrei dovuto chiedergli se potevo porgli due domande...
- Ha affermato che i professori universitari spiegano senza conoscere ...(evidentemente si riferiva a se stesso)
E la gente faceva la fila per farsi autografare qualche suo libro appena acquistato...
COMMENTO. Se l'ateismo è rappresentato da questi personaggi - che hanno buon gioco a confrontarsi soltanto con preti ma non con sociologi e filosofi - allora è meglio convertirsi...
PS1. La piazza era piena di intellettuali atei.
PS2. Ho facile gioco con un cuneese... ma non sapevo chi fosse. Comunque questi personaggi "visti da lontano" sembrano dei giganti, da vicino ci si accorge che sono dei nani opportunisti. Molto meglio la povera Margherita Hack.

ADDENDUM. Piazza San Siro è "sfigata" per le manifestazioni: rappresentazioni fallimentari delle Compagnie teatrali di Caraglio (CN), Montalto (IM) e "Backstage" di Sanremo (IM) ed oggi la penosa "esibizione" di Piergiorgio Odifreddi da Cuneo... (Choukhadarian, che si era preparato, è stato troppo buono...)

Sanremo, 17 agosto 2014

ULTERIORI CONSIDERAZIONI

- La cosiddetta “intervista” di Choukhadarian a Odifreddi (il geometra di Cuneo ed uno dei presidenti onorari della Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) era stata concordata a pranzo
- Odifreddi non ha fatto altro che scagliarsi contro il clero e la religione cattolica affermando che Isaac Newton (del quale avrebbe dovuto parlare, oltre agli aneddoti...) era ariano perché negava la Trinità, quando è morto al suo funerale ha partecipato anche Voltaire ma non ha detto che è stato sepolto a Westminster, nell'Apocalisse di Giovanni la “bestia” che si oppone a Cristo è il papa...
Insomma, ha scritto un libro su commissione che non porta alcun contributo alla scienza, fa polemiche solo per vendere libri e spassarsela alle Hawaii.
CONCLUSIONE1. Il suo è un ateismo arido, reattivo e polemico con funzionalità solo antireligiosa, non a caso ha vinto ben due Asini d’Oro come peggior divulgatore scientifico dell’anno...
CONCLUSIONE2. Odifreddi ha cercato di usare Newton contro la religione, ma non ha capito (e non può capire) che la scienza (come la fisica) non interpreta, non individua le cause ma si limita a descrivere e quantificare (leggi scientifiche) come la classica legge della gravitazione universale
F=G(m1*m2)/r^2
che NON SPIEGA, per esempio, come la terra faccia concretamente a cambiare continuamente la propria direzione, argomento che affrontai trentacinque anni fa ad un convegno con Rossi il presidente dei fisici italiani il quale, alla questione postagli, mi rispose con la famosa frase: “Lei non deve porre domande alle quali non si può rispondere”. E la fisica non risponde cioè non interpreta ma descrive solamente. D'altronde l'infinitamente piccolo attualmente non è esplorabile. Basti pensare alle mie ipotesi dei gravitoni pulsanti ed al neutrone che contiene tutta la struttura dell'universo.
P.S. Odifreddi è sicuramente in crisi - come sull'altra sponda Benedetto XVI - e sta convertendosi ad una forma di panteismo spinoziano.

Sanremo, 18 agosto 2014

*    *    *
RELIQUIARIO  DI  PIPINO  D' AQUITANIA
Nella chiesa di Conques (Francia) è conservato un prezioso reliquiario del IX secolo offerto all'abbazia benedettina da Pipino d'Aquitania.
Reliquario di Pipino d'Aquitania

Reliquario di Pipino d'Aquitania
L'interessante di questo reliquiario, oltre all'aspetto storico ed artistico, è che contiene niente di meno che il prepuzio di Gesù Cristo.
COMMENTO1. Il prepuzio di Gesù bambino è pure conservato in quasi una ventina chiese europee.
COMMENTO2. Non bisogna andare lontano per trovare frammenti della vera croce (qualcuno dice che se ne potrebbe fare l'equivalente di una foresta), ma la reliquia più interessante è il sangue di Gesù Cristo che il soldato romano Longino raccolse sotto la croce ed è conservato anche a Mantova nella chiesa di Sant'Andrea.
COMMENTO3. Nel 1900 papa Leone XIII sancì la scomunica per chi avesse parlato del Santo Prepuzio aggravata a livello vitandi da papa Pio XII nel 1954.
CONSEGUENZA. Sono scomunicato senza saperlo
(ma mi sono da tempo autoscomunicato). D'altronde come si fa a comunicare alla gente che non si può parlare del prepuzio divino senza pronunciare la parola prepuzio ?
P.S. Il Concilio Vaticano II (1962-1965) ha annullato la festa cristiana della Circoncisione del 14 gennaio.
Verona, 31 marzo 2014
*    *    *
PAPA FRANCESCO I

Ieri, di ritorno dal Brasile, conversando con i giornalisti ha dichiarato:
"Se una persona gay e cerca il Signore e ha buona volontà chi sono io per giudicarla?"
Provo ad aiutarlo:
RISPOSTA1. Sei il vicario di Cristo in terra e quindi puoi e devi giudicare.
RISPOSTA2. Sei un confessore e quindi puoi e devi assolvere o condannare.
Addendum.
COMMENTO1. Secondo tradizione biblica, doveva parlare di sodomiti e non di gay perché questo è un termine equivoco che tradotto dall'inglese significa anche "allegro".
COMMENTO2. Questo papa è pieno di buona volontà ma mi sembra mediaticamente sprovveduto di fronte alla cultura moderna. La Chiesa del passato primeggiava culturalmente con facilità (dopo la caduta dell'impero romano erano tutti analfabeti esclusi gli ecclesiastici), ma ora annaspa ed è spiazzata dall'epistemologia. Hanno provato a riprendersi con un filosofo come Benedetto XVI ma hanno fallito. Restano loro le favelas...


Addendum.


Sempre nella stessa conversazione aerea ha dichiarato:
"Non delitti eh? Gli abusi sui minori sono un’altra cosa, quelli sono delitti e non peccati.
"
COMMENTO1. Dire che sono sconcertato è poco. Un papa cattolico che mette
in antitesi delitto (evidentemente con riferimento al codice penale) e peccato (inosservanza dei comandamenti e dei precetti) è fuori dalla teologia. Non riaffronto il tema del peccato che ho succintamente trattato in questa rubrica il 5 marzo 2013, ma fra reato penale e peccato non vi è inconciliabilità nel senso che il fatto è lo stesso ma la sanzione diversa: per esempio l'omicidio può comportare per il diritto penale (o canonico) la reclusione o la condanna a morte, mentre per la religione cattolica (quinto comandamento) è considerato un peccato mortale con la sanzione della dannazione eterna. Pertanto gli abusi sui minori sono sia delitti sia peccati.
COMMENTO2. Questo papa dove lo hanno preso ? Evidentemente non hanno di meglio. Me la prendo perché, seguendo le cronache del mondo, vedo che si diffondono l'imprecisione e la confusione, cose che da uomo e da insegnante ho sempre combattuto. Tutte le persone, in particolare quelle che hanno responsabilità sociali devono diffondere la verità e non l'ignoranza.
COMMENTO3. Tutta la teologia cattolica è demenziale, basta leggere a caso qualche passo di un quaresimale del predicatore messinese Alessandro Calamato (?-1648) come: "Essendo dunque così abbominevole, & odioso a Dio questo peccato del giudicio temerario, ogni ragion vuol che da noi si fugga tanto più che s'inganna chiunque preteride esser giudice del cuor humano, perché non è possibile poterlo penetrare.", che è uno dei più comprensibili, per renderci conto di cosa frulla nella testa dei cattolici.   

COMMENTO4. Mi verrebbe voglia di abolire l'insegnamento della religione cattolica dalle scuole, ma ormai non insegnano più Teologia o Catechismo, ma soltanto Morale il che è accettabile.
COMMENTO5. La religione cattolica - ribadisco - non esiste più, è rimasta soltanto la liturgia e la morale ed i preti lo sanno benissimo. Continuano a portare avanti il solito cerimoniale e a predicare il bene; non hanno il coraggio di dire alla gente che tutto quello che hanno predicato per due millenni è falso (come erano false le divinità pagane) perché se non si sostituisce la religione con qualcosa d'altro molto valido ed accettato (come potrebbe essere il socialismo abbinato al panteismo), la gente diverrebbe anomica e depressa. Quindi, per il momento, le religioni hanno ancora una funzione (mia nonna Teresa mi diceva: "Va a mesa, no far come le bestiole").

Affi, 30 luglio 2013

*    *    *
INDECENZA  MONACALE
Quando una donna vuol farsi suora la chiamano sposina perché sposerà Gesù Cristo.

Sposa dell’eterno Re, ricevi l’anello nuziale e custodisci integra la fedeltà al tuo sposo, perché Egli ti accolga nella gioia delle nozze eterne”
Garda, 29 maggio 2013
*    *    *
I  RICCHI  ED  IL  PARADISO

Il Vangelo secondo Matteo al capo XIX, 24 riporta la seguente affermazione di Gesù: "E' più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio."
N.d.A. Quella sopra riportata è la traduzione in italiano dalla Bibbia CEI 2008 ed ecco, per i sospettosi, la versione in greco e latino nell'edizione del 1609 della Biblia Hebraica di Sante Pagnini:

COMMENTO1. Siccome è impossibile che un cammello passi per la cruna di un ago, allora tutti i ricchi sono destinati all'inferno ed il loro comportamento è da condannare.
COMMENTO2. Ma Gesù è stato probabilistico nella sua affermazione "è più facile...", perché il ricco ha la possibilità di salvarsi donando tutti i suoi beni alla comunità cristiana (Salviano, "Ad Ecclesiam Catholicam lib. IV", ca. 435 d.C.).
COMMENTO3. Perchè i vescovi supportano i ricchi ed il capitalismo ? Perché non credono nel paradiso e cercano di vivere agiatamente durante la vita terrena.

Bussolengo, 17 aprile 2013

*    *    *
PECCATO  CONFESSIONE  INDULGENZA
Avendo affrontato marginalmente in letteratura italiana il primo giubileo del 1300, pur nella vaghezza delle definizioni e l'incertezza tipica delle interpretazioni religiose, voglio sintetizzare l'argomento indicato nel titolo.
Per la religione cattolica il peccato è una mancanza verso i precetti della fede.
Il peccato può essere lieve ossia veniale, oppure grave ossia mortale.
Il peccato veniale conduce al Purgatorio per scontare una pena temporanea che una volta espiata conduce l'anima in Paradiso.
Il peccato mortale porta all'Inferno per scontare la dannazione eterna.
Con la confessione vengono rimesse le pene temporanee del peccato veniale, mentre i peccati mortali vengono trasformati nell'equivalente dei peccati veniali con pena temporanea che non può essere rimessa con una nuova confessione.
Con l'indulgenza - plenaria o parziale - vengono annullate le pene temporanee.
Bussolengo, 5 marzo 2013
*    *    *
DISOCCUPATI
L'EU.R.E.S. (Istituto europeo di ricerche economiche e sociali) rileva che in Italia nel 2010 si sono registrati 3048 suicidi (oltre 8 al giorno) e di questi 362 (uno al giorno) riguardavano disoccupati.
COMMENTO1. Gli organi di informazione di massa ci hanno sempre tenuto all'oscuro di queste atrocità quotidiane eppure i dati erano a conoscenza delle autorità di polizia, giudiziarie, sanitarie e religiose.
COMMENTO2. Ed i preti cattolici cosa hanno fatto ? Si sono forse schierati contro il sistema capitalistico che favorisce i ricchi e non protegge i poveri ? No, si sono limitati a fare i funerali.
Verona, 18 aprile 2012
*    *    *
MATRIMONIO   “MISTO”
G. ha sposato A. una bellissima F. Dopo la recentissima nascita del figlio, A. ha smesso di lavorare (era a tempo parziale). Ora è aiutata dalla suocera (che le prepara i pasti) e da una domestica. In giugno partirà per la F. con il figlio dove soggiornerà nella casa di origine per due mesi e mezzo.
P.S. A. (che conosce benissimo la nostra lingua) si rivolge al figlio in F. mentre G. in italiano.
COMMENTO. Ma G. accetta la situazione di non vedere moglie e figlio neonato per 75 giorni ? O prende l'aereo ogni settimana per raggiungerli ?
PROVERBIO. Moglie e buoi dei paesi tuoi.
Caprino Veronese, 31 marzo 2012
*    *    *
MORTE  E  RESURREZIONE

Il Credo della religione cattolica recita:
Et exspécto resurrectiónem mortuórum, et vitam ventúri sǽculi. (Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà) Nella preghiera eucaristica, invece, il celebrante dice: «Ricordati dei nostri fratelli, che si sono addormentati nella speranza della risurrezione, e di tutti i defunti che si affidano alla tua clemenza…».

Certezza
o speranza ? Il teologo don Gianni Cioli, docente di teologia morale, afferma che non c'è contraddizione citando la “speranza certa” attribuita a San Francesco d'Assisi. - Buon per lui !

Bardolino, 30 marzo 2012

*     *     *
LA  PENSEE  MAGIQUE
Se nell'eneolitico gli oranti mesopotamici elevavano le mani verso il cielo (sede della divinità) in segno di sottomissione e per ottenere la benedizione, i guerrieri lombardi alzavano - con lo stesso scopo - le armi (asce, albarde e pugnali) verso il sole [Interprétation personelle].
P. S. Preferisco "La mentalité primitive" di Lucien Lévi-Bruhl a "La pensée sauvage" di Claude Lévi-Strauss
Verona, 1° febbraio 2012
*    *    *
IL  PAPA  E  LA  LIBIA
Se il papa al momento dell'attacco anglo-franco-americano al regime libico ha tardato a chiedere che al posto delle armi intervenga la diplomazia, ieri - quando Gheddafi è stato ucciso – non ha tardato un minuto a dichiarare che il C.N.T. è il legittimo rappresentante del popolo libico.
Che Benedetto XVI si sia legato al dito lo sgarbo di Gheddafi il quale, quando è venuto a Roma nella Città Eterna in visita ufficiale nell'agosto 2010 ha auspicato, davanti a centinaia di ragazze, che l'Islam diventi la religione d'Europa ?
Mi sembra che le gerarchie cattoliche se la prendano più con gli appartenenti alle altre religioni (islamici, ebrei ed induisti) che con gli atei. Forse quest'ultimi non li sentono concorrenti...
Garda, 21 ottobre 2011
*    *    *
IL  SANTO

Teca con reliquie di Sant'Antonio a Padova.
Pietra-guanciale del Santo avente diametro superiore a 20 centimetri con nastro e sigillo di autentica.
Padova, 22 settembre 2011
*    *    *
OMELIA
Parlando di preti, mi viene in mente che ieri mattina in un santuario del Trevigiano, il sacerdote celebrante ha commentato il brano del Vangelo secondo il quale “gli ultimi saranno i primi” e viceversa, affermando che il padrone della vigna era libero di pagare gli operai come meglio credeva (1 denaro) e che anche chi aveva lavorato per una sola ora doveva essere retribuito per l'intera giornata perché la retribuzione non era commisurata alla quantità di lavoro ma al far parte del gruppo di lavoratori (entrata nel regno dei cieli).
Io avrei detto semplicemente che i poveracci che avevano trovato lavoro solo verso sera, erano rimasti a disposizione soffrendo e dovevano pur mangiare come gli altri.
P. S. E' tremendo essere disoccupati.
Garda, 19 settembre 2011

*    *    *
PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA
Incontrando un parroco locale gli chiedo se è riuscito ad organizzare il pellegrinaggio in Terra Santa. Mi risponde negativamente ma che spera di riuscirci il prossimo anno. Gli dico che io non partecipo per i militari israeliani … e lui mi risponde che non c'è nulla da temere perché i turisti sono sacri come dei totem perché portano soldi...
COMMENTO. Ed io dovrei finanziare turisticamente gli israeliani ?
P. S. Bene hanno fatto i manifestanti egiziani a costringere l'ambasciatore israeliano a lasciare Il Cairo dopo l'espulsione di quello di Ankara da parte delle autorità turche. - Finalmente un po' di serietà e coerenza.
Costermano, 10 settembre 2011
*    *    *
CHIERICHETTI
Sanremo, domenica delle Palme nella basilica di San Siro durante Santa Messa delle ore 11.00 officiante il parroco: quattro chierichetti (autorevolmente ultracinquantenni).
Caprino Veronese, domenica di Pasqua nella chiesa di Santa Maria Maggiore durante Santa Messa delle ore 11.00 officiante il parroco: zero chierichetti.
Garda, 24 aprile 2011
*    *    *
ANTIOMOSESSUALI
Oggi ho ricevuto (bypass) questo “interessante” messaggio elettronico:

Date: 04 maggio 2011 14:44

Oggetto: Spettacolo omosex al Camploy sostenuto da Comune e Provincia di Verona: giovedì 5 maggio S. Messa di riparazione in S. Toscana (ore 9.30) e Rosario in Piazza S. Toscana (ore 20) per riparare o attenuare i castighi del Cielo sulla città.


INVITO - GIOVEDÌ 5 MAGGIO 2011 SANTA MESSA (ORE 9.30) E ROSARIO (ORE 20) DI RIPARAZIONE, RISPETTIVAMENTE NELLA CHIESA E IN PIAZZA SANTA TOSCANA, A VERONA, PER LO SPETTACOLO OMOSEX FINANZIATO E PATROCINATO DA COMUNE E PROVINCIA DI VERONA, A GUIDA CENTRO-DESTRA, CHE AVRÀ LUOGO NELL’EX CHIESA, OGGI TEATRO, DEL CAMPLOY. AD EVITARE O ALMENO ATTENUARE I CASTIGHI DI DIO CHE PIOVERANNO SULLA CITTÀ
Com’è noto l’amministrazione comunale di Verona a guida Tosi e quella provinciale a guida Miozzi, entrambe di centro-destra, hanno finanziato e patrocinato uno spettacolo omosessuale che andrà in scena il 5 maggio prossimo al Teatro Camploy, nel quartiere di Veronetta.
Ciò assurge a un particolare profilo di gravità e d’ingiustificabilità in una città come Verona, che si è sempre distinta nella difesa della famiglia naturale quale unione fra uomo e donna retta sul matrimonio, tanto da essersi opposta con le sue Istituzioni, fin dal lontano 1995, all’immorale risoluzione del parlamento europeo che avrebbe voluto la parificazione delle cosiddette “nozze omosex” al matrimonio.
Poiché, come la storia sacra e quella profana insegnano, simili atti sono riprovati da Dio e attirano castighi dal Cielo, al fine di riparare il comportamento sia di chi professa che di chi sostiene il vizio impuro contro natura (che costituisce, come insegna il catechismo di San Pio X, uno dei quattro peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio) sono in calendario in quello stesso giorno 5 maggio 2011 due iniziative riparatorie cui ci premuriamo d’invitare anche la S.V. ch’è certo conscia della gravità morale di quanto sopra:
1 – Una Santa Messa latina in rito romano antico di riparazione giovedì 5 maggio, alle ore 9.30, in Santa Toscana a Verona (celebrante don Vilmar Pavesi).
2 – Un Santo Rosario in riparazione, sempre giovedì 5 maggio, alle ore 20, in Piazza Santa Toscana, distante appena 50 metri dall’ex chiesa di San Francesco, oggi Teatro Camploy, dove andrà in scena la rappresentazione sodomita sostenuta dalle Istituzioni.
In attesa di vederLa e in unione di preghiere,
il Presidente di Famiglia e Civiltà
Palmarino Zoccatelli

Associazione Famiglia e Civiltà - Via Lucania, 16 - 37138 VERONA - Tel. 348/1784099 - E-mail: famigliaecivilta@tiscali.it
In allegato: Distruzione di Sodoma, dove oggi sorge il Mar Morto, così chiamato perché in esso non si dà ed è divenuta impossibile alcuna forma di vita. Opera di Luca di Leida (1494-1533). Particolare. Parigi. Museo del Louvre.

P. S. Famiglia e Civiltà è un movimento lefebvriano ...
COMMENTO. Povero me, se viene frammista l'omoandia con l'antiomosessualità pseudocattolica...!
Verona, 4 maggio 2011
*   *   *
AGONIA
Tutti coloro i quali sono "agonizzanti" dovrebbero essere "drogati" in modo che possano trascorrere felicemente l'ultimo periodo della loro esistenza.
Bussolengo, 4 marzo 2011
P. S. Si dovrebbero somministrare in modo controllato sostanze stupefacenti od equivalenti, semprechè essi acconsentano.
Caprino Veronese, 5 marzo  2011
*   *   *
FELICITA'  E  FUTURO 
Non può esservi felicità senza prospettive future.
Ma si è felici se non si pensa al futuro.
Nice (France), 2 marzo 2011

P.S. Siamo zombi o morituri ? Cambia poco.
Garda, 3 marzo 2011
*   *   *
FELICITA' 
La vera felicità si trova soltanto nel matrimonio. Tutte le altre gioie sono consolatorie.
Garda, 3 marzo 2011
*   *   *

PROLOQUIA  INTER  VIVOS
A.A.: “Quando morirò potrei essere sepolta nella tomba baronale di famiglia (ipogeo palermitano), ma preferisco essere sepolta in Lombardia perché mia figlia lavora a Milano”.
A.D.: “Io invece preferisco essere cremato e che le mie ceneri vengano buttate nel cesso.” … (!?) ... “Tanto poi vanno nel mare”.
Sanremo, 1° marzo 2011

*   *   *
NICHILISMO
I nichilisti sono tutti laureati.

Sanremo, 1° marzo 2011

*   *   *

IL PARADISO

I preti cattolici non parlano mai del Paradiso, del Purgatorio e dell'Inferno: se non avessimo studiato la Divina Commedia di Dante Alighieri non sapremmo nemmeno che esistono questi concetti.
Una cinquantina d'anni fa mio padre mi raccontò di un prete torinese che veniva in estate a Sanremo e faceva la spesa nel suo negozio e gli diceva: “Angelo, il Paradiso non esiste: è un invenzione dei preti”. Evidentemente era in crisi profonda.
Oppeano, 1° febbraio 2011

*   *   *
L'ANIMA
Anche l'anima è un concetto che è sparito dal linguaggio cattolico, eppure era oggetto di grandi studi e discussioni come quelli medievali i quali negavano che le donne avessero un'anima.
Tutte le religioni sono completamente o parzialmente crollate sotto il peso delle scoperte scientifiche. Solo la Scienza, se la smette di descrivere semplicemente i fenomeni, sarà in grado di fornire una risposta soddisfacente al mistero dell'esistenza che risiede nell'infinitamente piccolo (struttura del neutrone, W. K. Heisenberg permettendo).

Oppeano, 1° febbraio 2011
*   *   *
SANTA  MESSA  A  SAN  SIRO
A Sanremo nella concattedrale di San Siro oggi alle ore 10.00 è stata celebrata la Santa Messa da un sacerdote ospite che pareva declamare più che celebrare: pazienza. I chierichetti erano due: un sessantenne ed un aiutante quarantenne.
Sanremo, 29 agosto 2010
*    *    *
RELIQUIE
Premessa:
è necessario farsi il segno della croce e tenere un atteggiamento di grande rispetto anche da parte dei non credenti i quali sono invitati a convertirsi.
Questo importante devozionale quadruplice reliquario d'argento di epoca secentesca proveniente dal casato principesco degli OO S. 

             


contenente, oltre alle reliquie di circa 30 Santi (Agostino, Paolo, Filippo, Tommaso, Maddalena, Elisabetta, Barnaba, Silvestro, Zenone, Sebastiano, Benedetto, Francesco, Teresa, ecc.) i seguenti frammenti o particelle:
- Colonna della Flagellazione

- Tavola dell'Ultima cena
- Santa Croce
- B.N.I.Xpti
- Carne ed ossa di Sant'Anna Madre della Beata Vergine
-
Sangue ed ossa di San Giovanni Battista
sarà collocato, la prossima settimana, nella Cappella del Sacro Cuore di Gesù nella basilica di Paray-le-Monial (Francia).
Ljubljana (Slovenia), 28 luglio 2010
*    *    *

RELIQUIARIO


Reliquiario contenente frammenti della croce e della corona di spine di Cristo conservato nel museo diocesano di Vicenza, dono del re di Francia Luigi IX al Beato Bartolomeo da Breganze, vescovo di Vicenza, tra il 1260 ed il 1270.

Vicenza, 5 aprile 2010


*   *   *

SANTUARI

Chiacchierando con F. T. relativamente alla visita ad un santuario, mi disse: “A cosa serve andare in pellegrinaggio ad un lontano santuario mariano ? La B.V. è in nella chiesa qui accanto come a Lourdes o a Saragozza”. Gli risposi non adeguatamente che era una situazione diversa (mi veniva in mente la N. S. delle Vittorie).

Verona, 19 marzo 2010

*    *    *

COMUNIONE

Durante la celebrazione eucaristica viene distribuita ai fedeli l'ostia consacrata. Qualche decennio fa la particola doveva essere ingerita (digiuni) senza toccarla con i denti; ora è possibile anche prenderla con le mani.

Commento: la liturgia è relativa.

Garda, 28 febbraio 2010

*    *    *

OSTENSIONE CORPO SANT'ANTONIO

Dal 15 al 20 febbraio 2010 nella basilica del Santo a Padova vi sarà l'ostensione del corpo di Sant'Antonio.

Padova, 9 febbraio 2010

*   *   *

NUOVA CLASSE POLITICA CATTOLICA

Il cardinal ANGELO BAGNASCO sogna: "Italiani e credenti che avvertono la responsabilità davanti a Dio come decisiva per l’agire politico".
In altri termini delegittima gli attuali politici cosiddetti cattolici senza però fornire indicazioni pratiche su come preparare una nuova classe politica, infatti dichiara: "So che per riuscire in una simile impresa ci vuole la Grazia abbondante di Dio, ma anche chi accetti di lasciarsi da essa investire e lavorare.”

Risolvere il problema posto dal cardinale è un'impresa ardua perchè si inserisce in una crisi generale che ha per matrice la confusione causata dai continui e repentini cambiamenti (non c'è il tempo necessario per assimilarli) che minano le certezze.

P.S. Anch'io ho un sogno (assurdo): che per cinque anni non ci siano nuove norme, nuove costruzioni, nuove tecniche (!), ecc. al fine di imparare l'esistente e riordinare la propria mente.


Caprino Veronese, 26 gennaio 2010

*    *    *

DIALOGO FRA RELIGIONI

E' un dialogo fra sordi anche perchè sicuramente qualcuno sbaglia e non vuole ammetterlo. La tolleranza su questi argomenti non è possibile

Bergerac, 9 dicembre 2009

*   *   *

PAPA GIOVANNI PAOLO II (KAROL WOJTYLA)

A mio avviso papa Giovanni Paolo II parlava frequentemente della Madonna mettendo quasi in secondo ordine l'Altissimo.

Vichy, 8 dicembre 2009

*   *   *

Archivio religione ed etica


*    *    *
*   *
*