VIAGGI
*
*    *
VIAGGIO  A  ROMA - 11-14 novembre 2016
*    *    *
VIAGGIO  A  SOFIA (Bulgaria)  -  14-16 ottobre 2016
*     *     *
GITA  A  BRESSANONE,  TERLANO  E  MERANO  -  24-26 settembre 2016
*     *     *
GITA  A  TRENTO - Trento, 10 settembre 2016
*    *    *
GITA  AD  AVIGNON  (FRANCE)  -  17-18 agosto 2016
*     *     *
VIAGGIO  A  MOSCA  (Russia)  -  18-24 luglio 2016
 *     *     *
SERATA  A  DESENZANO  -  29 giugno 2016
 *     *     *
VIAGGIO  A  ROMA  -  26-28 ottobre 2015
 *     *     *
ESCURSIONE  AD  AGAY,  SAINT-RAPHAEL  E  SAINTE-MAXIME  -  1° settembre 2015  
 *     *     *
ESCURSIONE  NELLA  COSTA  AZZURRA  -  6 aprile 2015
*    *    *
GITA  A  TRENTO  -  22 marzo 2015
*    *    *
INDIA  (TAMIL NADU)  -  20 febbraio/7 marzo 2015
*    *    *
BRUXELLES  -  21/23 Novembre 2014
*    *    *
RAVENNA ED  I  SUOI  MOSAICI  ALTOMEDIEVALI,  1-2 novembre 2014
*    *    *
VIAGGIO  A  NAPOLI  -  25/30 settembre 2014
*    *    *
*    *    *
Voyage à la Côte d'Azur  -  25-26 Août 2014
*    *    *
VIAGGIO  A  ISTANBUL  -  27 giugno-1° luglio 2014
*    *    *
GITA  ALLE  TRE  CIME  DI  LAVAREDO  E  AL  SASS  PORDOI,  21-22  giugno  2014
*    *    *
GITA  A  VILLA  HANBURY  (La Mortola di Ventimiglia),  1°  giugno  2014
VIAGGIO  A  BARI  E  TARANTO,  24-27  gennaio  2014
*    *    *
VIAGGIO  AD  ATENE,  11-15  DICEMBRE  2013
*    *    *
GITA  AL  MUSEO  CIVICO  ARCHEOLOGICO  DI  BOLOGNA,  24  novembre  2013
*    *    *
VENETKENS - Mostra archeologica a Padova sui veneti antichi,  20 ottobre 2013
*    *    *
VIAGGIO  A  SEVILLA  E  CORDOBA,  7/11  OTTOBRE  2013
*    *    *
GITA  A  LA  SPEZIA  E  ALLE  5  TERRE,  26  SETTEMBRE  2013
*    *    *
GIORNATA  INTEMELIA  27 AGOSTO 2013
*    *    *
VIAGGIO  A  LA  COTE  VERMILLE  20/22  AGOSTO  2013
*    *    *
VIAGGIO  A  SALZBURG  (AUSTRIA)  17/21  LUGLIO  2013
*    *    *
VIAGGIO  A  KØBENHAVN  (DANIMARCA)  2/6  GIUGNO  2013
*    *    *
ESCURSIONE  A  NICE  (FRANCE)  26  APRILE  2013
*    *    *
ESCURSIONE  A  BRESCIA  14  APRILE  2013
*    *    *
ESCURSIONE  A  PESCHIERA  DEL  GARDA  12  APRILE  2013
*    *    *
ESCURSIONE  A  LAZISE  7  APRILE  2013
*    *    *
ESCURSIONE  A  TRENTO  6  APRILE  2013
*    *    *
GITA  A  ILES  DE  LERINS  (FRANCE)  2  GENNAIO  2013
*    *    *
VIAGGIO  A  LONDRA  13/17  DICEMBRE  2012
*    *    *
GITA  A  PADOVA  2  DICEMBRE  2012
*    *    *
GITA  A  MILANO  17  NOVEMBRE  2012
*    *    *
VIAGGIO  AD  OSLO  14-17  GIUGNO  2012
*    *    *
BARI

Bari è storia:
Bari castello svevo
Bari. Anna presso castello Svevo

Bari castello svevo
Bari. Valentino entro castello Svevo

Bari è gastronomia:
    
Bari. Anna davanti ad un piatto di gamberoni e Valex mentre sorseggia un liquore alle rose.

Bari è spettacolo:
Bari Festival Arte Russa
Bari. Festival arte russa: balletto

Bari Festival Arte Russa
Bari. Festival arte russa: luminarie

Bari, 20 maggio 2012
*    *    *
CURIOSITA'  BARESI

Bari. Prezzo di caffé e brioche


Bari. Temperatura di 32 gradi al'ombra alle ore 17:15 del 21 maggio 2012 (mentre a Verona pioveva)

Bari, uova ortodosse
Bari. Uova pasquali ortodosse

Nella chiesa di San Gregorio (sullo sfondo), abbiamo assistito ad una cerimonia religiosa ortodossa. Al termine, c'è stato l'usuale festeggiamento con pasticcini e bevande al quale siamo stati invitati. Una signora ha regalato a mia moglie due uova pasquali rosse come il sangue che simboleggia la resurrezione e che il giorno di Pasqua vengono reciprocamente urtate (una persona cozza il proprio uovo contro quello di un'altra) rompendole e mangiandole.

Bari, 21 maggio 2012
*    *    *
VOLTERRA

     
Urne etrusche II secolo a. C. - Museo Guarnacci Volterra

  
Volterra museo Guarnacci  -  Cassa urna ratto Elena  -  Anna presso teca "Ombra della sera"

    
Volterra - Museo Guarnacci: avori etruschi III sec. a.C. -  Museo diocesano: reliquario san Vittore XIV secolo

 
Volterra museo Guarnacci: "Urna degli sposi".


Volterra. Valex in piazza del Priori
Volterra, 26 aprile 2012
*    *    *
SIENA

Siena Fonte Gaia
Siena, fonte Gaia in piazza del Campo


Siena. Pinacoteca. Maestro del paliotto di San Giovanni Battista. 1270/80


Siena. Anna nello studio del presidente dell'Accademia dei Fisiocritici


Siena. Accademia Fisiocritici. Valentino nella "bocca della balena"
Siena, 27 aprile 2012
*    *    *
SIENA
      
Siena, palazzo Piccolomini: la prima tavoletta di Biccherna del 1258   -   Via dei Rossi: donna (di marmo) alla finestra


Siena palazzo Chigi-Saracini: sala rossa

  
Siena palazzo Chigi-Saracini: sala gialla e camera da letto verde


Siena duomo: biblioteca Piccolomini con le tre Grazie
  
  
Siena duomo: biblioteca Piccolomini. corali miniati del XV secolo

   
Siena: duomo: pulpito e pavimento con simboli città toscane (i senesi "camminano" su quadri)

     
Siena: facciata del duomo e fonte battesimale nel battistero


Siena: Anna e Valentino sul "facciatone" del duomo


Siena: piazza del Campo con Palazzo pubblico e Torre del Mangia


Siena: rilassamento in piazza del Campo


Siena: Valentino ed Anna in Piazza del Campo

Siena, 28 aprile 2012
*   *   *
MILANO  DIMORA BAGATTI-VALSECCHI

   
                                                           Anna ai Navigli                                                                                                                   Uomo attempato con treccia

  
Palazzo Bagatti Valsecchi: corridoio con armi ed orologio-teschio nella camera da letto di Fausto


Palazzo Bagatti Valsecchi: stanza soggiorno della stufa valtellinese con avori in vetrinetta


Palazzo Bagatti Valsecchi, stanza della stufa valtellinese: Valex accanto al pianoforte

Il pianoforte costruito in stile cinquecentesco è da suonare in piedi ... ma tanta era la voglia di Rinascimento dei fratelli Bagatti Valsecchi che sono disposto a scusarli.


                   
Mobili e mobiletti per bambini e crocifisso-reliquario nella camera di Giuseppe Bagatti Valsecchi e Carolina Borromeo


Camera di Giuseppe Bagatti Valsecchi da scapolo


Camino nella camera di Giuseppe Bagatti Valsecchi da scapolo con scritta: BRAMO ASSAI, POCO SPERO e NULLA CHIEDO


Palazzo Bagatti Valsecchi, sala da pranzo.

L'anziano sudista piccoletto custode della sala da pranzo, prodigo di informazioni, mi pone il quesito: "Una delle due piattiere è una perfetta replica ottocentesca di un mobile rinascimentale Ci sono ben quattrocento anni di differenza. Lei sarebbe in grado di stabilire quale è l'antica e quale è la replica ?". Lo prendo sul serio e gli dico che ho bisogno di qualche minuto per esaminarle. Le osservo per non più di sessanta secondi e gli rispondo con sicurezza che la replica è quella di sinistra. Egli rimane un attimo in silenzio e mi domanda come ho fatto a distinguere le due piattiere. Gli rispondo che quella di sinistra ha una parte dove il colore (messo per antichizzarla) è sbiadito. Il custode non si aspettava la mia risposta, però deve fare il discorso che si era preparato e che ripete a tutti i visitatori che transitano nel suo reparto per darsi un po' di importanza, e allora dice che la differenza sta in tre minuscole coroncine che sono presenti in quella autentica e non nell'imitazione (ma se si replica si copia fedelmente senza dimenticanze...).
CONCLUSIONE. In un minuto esatto ho fatto una perizia meglio di Sgarbi ...!
P.S.1 L'imitazione è quella di sinistra con i tre piatti verticali.
P.S.2 Se il custode ha capito la mia perizia, dovrebbe aggiungere il particolare fondamentale dello sbiadimento


Palazzo Bagatti Valsecchi: salone


Palazzo Bagatti Valsecchi: Anna nel salone


Palazzo Bagatti Valsecchi: Valentino accanto al camino del salone

  
Anna e Valentino in piazza Duomo

E' stata una giornata bellissima - abbiamo pure pranzato all'aperto al Core e Sapore - nonostante le previsioni ravvicinatissime di pioggia pomeridiana, ma gli scientifici metereologi dotati di satelliti e super-calcolatori non hanno fatto i conti con ...
P.S. Le previsioni metereologiche le controllavo costantemente con l'internet del mio cellulare android sempre connesso e mi divertivo assai... Però devo umilmente ringraziare ...

Milano, 25 marzo 2012
Al custode abbiamo domandato che lavoro facessero i fratelli Bagatti Valsecchi: "Niente, avevano dei beni ereditati incrementati dalle numerose cascine in Lombardia e Piemonte portate in dote da Carolina Borromeo".
Affi, 27 marzo 2012
*    *    *
ORTO  BOTANICO  DI  CAGLIARI


Valentino nel viale centrale dell'orto botanico nei pressi di una Chorisia Speciosa ("albero bottiglia" spinoso)
A Caprino ne ho una in vaso germogliata da seme palermitano del giardino antistante il Palazzo dei Normanni mentre
nell'orto botanico c'è un fantastico viale alberato di grandi chorisie.

   
Anna nel giardino delle succulente accanto ad Agave Victoriae Reginae e Aloe Attenuata


Anna fra i rami di un Ficus Magnolinoides
Cagliari, 1° marzo 2012
*    *    *
CAGLIARI

Museo civico  -  Amuleti nettadenti e nettaorecchie in argento del XIX sec. (Spuligadentes con catena)


Valentino davanti ad un piatto di spaghetti ai ricci di mare nel ristorante 2Shè
(E' difficile resistere alla cucina sarda).
Cagliari, 1° marzo 2012
*    *    *

CRIPTA  DELLA  CATTEDRALE  DI  CAGLIARI

Scalone entrata cripta.

    
Santuario dei Martiri nella cripta della basilica e cappella di San Lucifero


Entrata della cappella di San Saturnino


Particolare del Santuario dei Martiri


Particolare Santurario dei Martiri


Santuario dei Martiri

Cagliari, 1° marzo 2012
*    *    *
ANTROPOLOGIA  SARDA
             
           Venere VI millennio B.P. da Polu Meana Sardo                Assistente di volo sarda inizio III millennio d.C.                

               
           Lottatori I mill. a.C. da Monte Arcosu                             -                          Riposo dei guerrieri in piazza Yenne

P.S. Le statuette sono esposte nel museo archeologico nazionale di Cagliari.
Cagliari, 1° marzo 2012
*    *    *
CAGLIARI


Quartu Sant'Elena  -  Spiaggia di Is Mortorius

   
Quartu Sant'Elena  -  Spiaggia di Is Mortorius e Nuraghe Diana        

       
Cagliari  -   Grotta della Vipera e ristorante Ammentos

Quartu Sant'Elena, 29 febbraio 2012
*    *    *
CAGLIARI

Cagliari, museo archeologico, bronzetti nuragici di monte Arcosu


Valentino. Cagliari, Pinacoteca, Retablo della Porziuncola, Maestro di Castelsardo 1492


Valentino. Museo arte siamese. Katana avorio re del Siam. Fine XIX secolo.


Anna e Valentino. Palazzo vicereale.
Cagliari, 28 febbraio 2012
*    *    *
CAGLIARI


Cagliari, 27.02.2012 - Anna davanti alla basilica di San Saturnino.
Cagliari, 27 febbraio 2012
*    *    *
TOULOUSE

Lapide che ricorda l'esecuzione di Henry II de Montmorency dans la cour de la mairie de Toulouse, place du Capitole
Verona, 13 dicembre 2011
*    *    *
TOULOUSE


Statue in cera nel "Musée des contes de fées installé dans la cour Henri IV au Capitole de Toulouse"


Sarcofago paleocristiano del IV-V secolo proveniente dall'antico cimitero
dei nobili della chiesa di Saint-Sernin di Toulouse.
Musée Saint-Raymond des Antiques de Toulouse


Vale accanto a testa di Vulcano del III secolo proveniente dalla villa romana di Chiragan.
Musée Saint-Raymond des Antiques de Toulouse


Anna accanto a statua in alabastro del Buddha. Birmania XIX secolo
Musée Georges Labit des arts d'Asie. Toulouse

      
Vale accanto statua del Buddha. Giappone XIX sec.                                     Anna presso le mura di Carcassone           
Musée Georges Labit des arts d'Asie. Toulouse                                                                                                         

Affi, 12 dicembre 2011
*    *    *
MILAN, L' E` ON GRAN MILAN !

          
Anna a Milano in piazza Duomo e mentre canta al Teatro della Scala...


Valentino a Milano in via Broletto all'altezza dell'inesistente numero 34
L'omonima canzone di Sergio Endrigo si può ascoltare in: http://www.shahid.es/ArchivioFiles/Endrigo_ViaBroletto34.mp3
(Il portiere asiatico del numero 42 non si era accorto che i numeri pari dal 32 al 40 non esistono...e non ha capito...)


Milano, museo Poldi Pezzoli - Intaglio con Natività e Bagno del neonato. Avorio. Italia, XII secolo


Milano, museo Poldi Pezzoli - Acquasantiera con crocifisso e Capoletto con San Cristoforo ed il Bambino. Corallo. Manifattura trapanese XVII e XVIII secolo.


Milano, museo Poldi Pezzoli - Orologio con sveglia a candela - Opera di Joseph Sich - Vienna, 1700-1750
Componente della grande collezione di orologi donata da Bruno Falk nel 1973


Milano, museo Poldi Pezzoli - Ritratto di donna attribuito a Piero del Pollaiolo. Epoca: 1470 circa.


Valex a Milano nello studiolo dantesco della casa-museo Poldi Pezzoli.

Milano, 19 dicembre 2011
*    *    *
PREISTORIA  SANREMESE
 

Sanremo, 29.10.2011 - Museo Borea D'Olmo - Valex con plastico Homo neanderthalensis "sanremese"

Nice (France), 30 ottobre 2011
*    *    *
PREISTORIA  NIZZARDA

Nizza, 30.10.2011 - Valex - Sito "Terra Amata" con focolare di 400.000 anni  B.P.
E' la prima dimostrazione dell'uso del fuoco in Europa da parte dell'Homo erectus


Nizza, 30.10.2011 - Anna davanti al museo e sito preistorico "Terra Amata"
Il sito si trova sotto un grande caseggiato perché il proprietario del terreno negli anni '60 non rinunciò a costruirvi sopra numerosi appartamenti con vista mare...


30.10.2011 - Anna con chopper (ciottolo scheggiato) naturale sulla spiaggia di Saint Laurent du Var

Nice (France), 30 ottobre 2011

*    *    *
NIZZA - VILLA MASSENA


Nizza, 30.10.2011 - Anna nel giardino di villa Massena lato Promenade des Anglais


Nizza, 30.10.2011 - Valex accanto al busto di André Massena (1758-1817)


Nizza, 30.10.2011 - Ingresso villa Massena


Nizza, 30.10.2011 - Valex nella grande galerie di villa Massena


Nizza, 30.10.2011 - Valex ed Anna in una sala di villa Massena


Nizza, 30.10.2011 - Anna nella sala da pranzo di villa Massena


Nizza, 30.10.2011 - Villa Massena lato Rue de France

Fra i saloni della villa c'era una concentrazione di nobili mai vista. Quelli anziani giravano gravemente spiritati barcollanti ed afflitti mirando vestigia di un mondo che non c'è più.

"VOL  A  LA  PORTIERE"
Tutt'altro genere di persone si trova nei pressi di Saint Laurent du Var quando, questo pomeriggio, stavo percorrendo in auto lentamente con mia moglie una strada secondaria deserta per dirigermi verso Nizza e vedo nel centro della carreggiata quattro ragazze sui 18-20 anni che si dirigevano verso il parcheggio di Cap 3000. Due si spostano a sinistra e due rimangono in centro. Una delle due oscilla ed io rallento e quasi mi fermo. Questa, una robustotta di colore olivastro, si mette a parlare rivolgendosi a mia moglie che le dice di non capire. Io devio, perché avevo intuito che - dato l'abbigliamento non proprio elegante - potevano chiedere soldi o altro con una scusa, riprendendo la marcia e la robustotta bofonchia qualcosa e stizzita dà un colpo alla macchina.
COMMENTO. Riflettendo sull'accaduto che sembra banale ma non lo è, siamo arrivati alla conclusione che le quattro fossero componenti di una banda di semi-zingare che con uno stratagemma cercano di fermare qualche automobilista in strade poco frequentate: due lo distraggono e le altre due prendono la borsetta o il borsello dalla macchina e scappano. Valle poi a cercare facendo inversione di marcia...! Se riescono a fermare qualche donna anziana sola in un posto isolato, questa è spacciata ...!
COMMENTO BIS. Ecco perché i Francesi sono stati i primi a mettere sulle automobili il dispositivo di bloccaggio automatico delle portiere alla partenza per evitare il frequente cosiddetto vol à la portière.

Nice (France), 30 ottobre 2011
*    *    *
THESSALONIKI

   
Thessaloniki, 11 settembre 2011 - Valentino ed Anna - Torre Bianca e Museo della cultura bizantina

CONSTATAZIONE. I Greci non stanno male (auto, case, ristoranti, pletora di pubblici dipendenti, ecc.) ma si sono "sistemati" con i soldi degli Europei...

Thessaloniki (Grecia), 11 settembre 2011

*    *    *
THESSALONIKI  E  VERGINA

 
Thessaloniki, ristorante "statuizzato"  -  Vergina, tumulo tomba Filippo II il Macedone

 
Vergina, ingresso tomba Filippo II e decorazioni avorio letto funerario.

La tomba di Filippo II - scoperta integra soltanto un trentennio fa - con tutto l'aureo corredo funebre (che non ho potuto fotografare perché era rigorosamente vietato in tutto il tumulo ...) - è una delle meraviglie mondiali dell'archeologia. Merita un viaggio specifico. Oserei dire che tutto il resto sono ruderi.


P.S.1
Se fosse stato possibile visitarla come quelle di Tarquinia o Cerveteri sarebbe stato meglio. Comunque è già importante che i reperti siano stati riportati da Thessaloniki a Vergina nella sede naturale del loro ritrovamento.

P.S.2 La questione delle fotografie nei musei greci - dopo quelli ciprioti - è a dir poco demenziale. Ieri nel Museo della cultura bizantina mi hanno concesso di fotografare tutti i reperti con esclusione dei visitatori, cioè potevo fotografare tutte le opere senza accostare e comprendere nella foto mia moglie o me stesso...

P.S.3 Sempre nel Museo della cultura bizantina non volevano credere che sono uno studente universitario ...

Vergina (Grecia), 12 settembre 2011
*    *    *
THESSALONIKI


Fontana in cripta Agios Dimitrios - Museo archeologico: Cratere Derveni IV sec. a.C. di Astion figlio di Anaxagoras da Larissa e Rilievo funerario I sec. d.C.

Thessaloniki (Grecia), 13 settembre 2011
*    *    *
PENISOLA  CALCIDICA


Valentino. Ποτείδαια, 14 settembre 2011


Anna. Ποτείδαια, 14 settembre 2011


Valentino. Ποτείδαια, 14 settembre 2011

Dopo il caos di Salonicco, la quiete di Poteidaia.
N.B. Una temperatura pomeridiana di 35° C.
PS1.
Un mare più calmo e limpido che non si può.
PS2. Un ombrellone di prima fila, due lettini e due bevande servite in ispiaggia al prezzo di 6 euro.

Poteidaia (Grecia), 14 settembre 2011
*    *    *
THESSALONIKI

      
Affreschi della chiesa di Agios Nikolaos Orphanos                          -                           Camera dove è nato Mustafa Kemal Ataturk

          
Ristorante Museo bizantino                 -                Rotonda di Galerio              -              Anna nutre testuggine con acino d'uva

Thessaloniki (Grecia), 15 settembre 2011
*    *    *
Nîmes: Colonia Nemausus

     
          Museo archeologico: stele gladiatori                  Museo archeologico: menhirs gravées                               Maison Carrée                          
                          

Valentino e Anna. Nîmes 16 agosto 2011- Les Arènes
Nîmes (France), 16 agosto 2011
*    *    *
TARRACO

      
                      Valentino - Università di Tarragona                               Anna - Museo archeologico di Tarragona. Mosaici romani

 
Anna - Anfiteatro romano di Tarragona


Anna - Chiostro cattedrale di Tarragona

Tarragona (Spagna), 17 agosto 2011
*    *    *
TARRACO

                                   
                                       Casa Canals                             Necropoli paleocristiana              Museo diocesano della cattedrale                    
statuetta d'avorio


Anna  -  Chiostro della cattedrale
N.B. Stranamente nel museo archeologico di Tarragona esiste una copia della statuetta d'avorio conservata nel museo della necropoli paleocristiana di Tarragona che dista in linea d'aria 1500 metri.
Tarragona (Spagna), 18 agosto 2011

*    *    *
GERONA  (O  GIRONA)


Anna - Gerona Pont d'en Gòmez

Cattedrale di Gerona - Sepolcro di san Narciso opera di Joan de Tournai del 1328


Gerona - Valentino e Anna presso la chiesa di Sant Feliu

   
Anna a Valentino a Gerona


Gerona - Anna presso il Riu Onyar e sullo sfondo Sant Feliu e la cattedrale.
Girona (Spagna), 18 agosto 2011
*    *    *
GERONA, FIGUERES, PORTLLIGAT

     
Girona, bagno turco XI sec.  -  Figueres, museo teatro Salvador Dalì  -  Portlligat, stanza casa S. Dalì

       
Portlligat, camera letto casa S. Dalì    -    Portlligat, mirador casa S. Dalì    -    Portlligat, parco casa S. Dalì


Portlligat, piscina casa Salvador Dalì

Portlligat (Spagna), 19 agosto 2011
*    *    *
AVIGNON

     
Avignon, 20 août 2011  -  Palais des papes.

 
Rayol

Sainte Maxime, 20 agosto 2011
*    *    *
PAVIMENTAZIONE

           
               Pavimentazione pedonale in ciottoli a Gerona (Spagna)                                  Pavimentazione pedonale in ciottoli ad Avignon (Francia)

A Gerona (Spagna) la pavimentazione pedonale nel centro storico è fatta di ciottoli interi con il risultato che se non si calzano scarponi da montagna ci si slogano le caviglie, mentre ad Avignon (Francia) il selciato è costituito da ciottoli spezzati a metà che, rivolgendo verso l'alto la parte spezzata, presentano una superficie piana e quindi consentono di camminare comodamente anche con ciabattine estive.
COMMENTO. E' da fatti come questi che si vede l'intelligenza e la sensibilità degli architetti e dei politici verso le persone.

Sanremo, 23 agosto 2011
*    *    *
FUTURISMO A STOCCOLMA

        
Giacomo Balla – Velocità di una automobile + luce 1913 – Moderna Museet Stockholm                                    Anna in Sergels Torg - 21 luglio 2011 - Stockholm                          

Stockholm, 21 luglio 2011
*    *    *
ARCHEOLOGIA  CIPRIOTA
E' con grande stupore che ho scoperto nel poco pubblicizzato Museo del Meditteraneo di Stoccolma circa metà dei reperti archeologici della cipriota Ayia Irini che sono principalmente conservati nel museo archeologico di Nicosia (dove non fanno menzione della parte conservata a Stoccolma). Gli Svedesi hanno contribuito allo scoperta di questo immenso patrimonio (4000 statue del tempio di Ayia Irini sommerse dal fango circa 3200 anni fa e perfettamente conservate) e gli Inglesi colonizzatori di Cipro hanno autorizzato nel 1931 il trasporto di circa 2000 statue in terracotta (alcune delle quali di grandezza naturale) a Stoccolma.
Mi sono emozionato perché è stata una scoperta incredibile. Sapevo che c'erano delle opere cipriote ma non quelle di Ayia Irini e così mi sono sentito come un archeologo che effettua un rinvenimento sensazionale. E' commovente vedere per la prima volta quei personaggi ancora "vivi" collocati nella stessa posizione come li avevano messi gli antichi sacerdoti. Ho scattato quasi duecento fotografie perchè voglio conservare il ricordo diretto di questa giornata fantastica e irripetibile.


Stockholm  -  Medelhavsmuseet  -  Complesso statuette terracotta provenienti da Ayia Irini


 Stockholm  -  Medelhavsmuseet  -  Particolare statuette terracotta tempio Ayia Irini

P.S. Ho scattato tutte le foto liberamente e non come a Cipro dove è vietatissimo (ancora un po' mi "arrestavano"... ma di fronte a tali meraviglie era un rischio che dovevo correre perché non danneggiavo nessuno: era pure chiuso il book shop !). Nel museo archeologico di Nicosia un custode cerbero mi ha pedinato fino a quando ho terminato la visita (ma era il secondo giro ...).
P.S.S. L'arte e la storia sono patrimonio dell'umanità e quindi non si devono privare i visitatori di grandi (per loro) soddisfazioni: lascino fotografare con discrezione senza flash e magari a pagamento come si fa in certi musei tedeschi !
Stockholm, 22 luglio 2011
*    *    *
UPPSALA
Se ieri ero io ad essermi emozionato a Stoccolma davanti all' "esercito cipriota di terracotta", oggi è stata la volta di mia moglie a Uppsala al cospetto della Bibbia di Ulfila (fascino e rispetto dell'antico e del religioso) e del termometro di Celsius (rimembranza di quando era docente di Fisica).



Bibbia di Ulfila - Codex Argenteus - Inizio VI secolo d. C. - Biblioteca Carolina Rediviva - Uppsala


Termometro di Anders Celsius del 1741 - Gustavianum dell'università di Uppsala

               
Uppsala - Anna nello studio di Linneo e Valentino con la custode della casa museo di C. N. Linnaeus


Permesso di fotografare nel museo dell'università di Uppsala.

Come si può notare dall'ultima fotografia, il responsabile del museo dell'università esplicita formalmente l'autorizzazione a fotografare liberamente (senza flash e senza treppiede perché disturbano) in quanto rivedere le immagini conservate migliora l'apprendimento. [All'università c'é l'amore per la conoscenza che non deve avere impedimenti].
P. S. Ho scattato numerose foto nella sezione storica del Teatro anatomico alcune delle quali non adatte ad anime sensibili (feti, scheletri, gemelli siamesi, ecc.).


Uppsala, 23 luglio 2011
*    *    *
METEOROLOGIA
Da giovedì 21 luglio 2011 in Svezia non ho visto una goccia di pioggia eppure i meteorologi europei avevano previsto temporali tutti i giorni: non avevano fatto i conti con G. N. ed E.
Stockholm, 24 luglio 2011
*    *    *
TURISMO  DI  MASSA

                  
Stoccolma  -  La gigantesca nave reale Vasa affondata nel 1628                                                     Stoccolma  -  Particolare della poppa della nave reale Vasa.   
durante il viaggio inaugurale e recuperata nel 1961.                                                                                                                                               

Stockholm, 24 luglio 2011
*    *    *
LONDRA
         
Distribuzione gratuita di panini imbottiti e muffin a scopo pubblicitario.                                 Scultura di Lorenzo Quinn con vera FIAT 500 targata Roma    


"Crosta" ottocentesca con vento, onde e vele in libertà ...
Quadro di Robert Salmon stimato £ 50.00 - £ 80.000
P. S. Chissà cosa ne penserebbe Guglielmo Welters.

London (U.K.), 16 maggio 2011

P. S. Il quadro di Robert Salmon ha raggiunto £ 38.500 (£ 49.250 con le spese d'asta)
Verona, 19 maggio 2011

*   *   *
METROPOLITANE  DI  ROMA  E  LONDRA
Il biglietto di corsa semplice della metropolitana di Roma costa 1 euro mentre a Londra costa 4 sterline (cioè 4,53 euro).
London (U.K.), 17 maggio 2010 
*   *   *
VIAGGIO  A  CIPRO

ARTE ED ARCHEOLOGIA CIPRIOTA A LARNACA

     
    Valentino. Chiesa di San Lazzaro.                                     Anna. Forte medievale.                                    Carro votivo 750-600 a.C. Museo archeologico.
Larnaca (Cipro), 5 maggio 2011
*   *   *
MUSEO  ARCHEOLOGICO  DI  NICOSIA
   
       Terrecotte II millennio a.C.                                      Settimio Severo III sec. d.C.           Duemila statue altare tempio Agia Irini VII sec. a.C.
Nicosia (Cipro), 6 maggio 2011
*   *   *
NICOSIA NORD
     
  Anna. Negozio-laboratorio materassaio.                    Valentino. Moschea Selimiye.                      Anna.  Buyuk Han                              
Nicosia Nord (Repubblica turco-cipriota), 6 maggio 2011
*   *   *
NICOSIA (CIPRO)


Anna. Nicosia casa-museo Leventis


Valentino. Nicosia bagno turco Hammam


Anna. Nicosia casa di Kornesios.
Nicosia (Cipro), 7 maggio 2011
*   *   *
LARNACA: AGIOS LAZAROS


Larnaca. Arca dove era sepolto San Lazzaro


Larnaca. Chiesa di San Lazzaro.

Larnaca (Cipro), 8 maggio 2011
*   *   *
LARNACA: FINIKOUDES


Larnaca. Spiaggia delle palme.

Larnaca (Cipro), 8 maggio 2011
*   *   *
FOTO  VARIE  A  CIPRO

  
Mezè di venti portate. Larnaca, 8 maggio 2011. Piazza San Lazzaro.


Tutti gli edifici hanno serbatoi d'acqua sui tetti.


Nicosia. Distributore d'acqua sfusa a pagamento.

    
Larnaca, 5 maggio 2011. Nespolo giapponese con frutti maturi.                       Nicosia nord, 6 maggio 2011. Bachi da seta.           
      

Larnaca, 5 maggio 2011. Candidato cipriota alle imminenti elezioni politiche.

            
               Nicosia. Falegnameria di bare artigianali.                                Nicosia. Avveniristica sede centrale della banca Marfin.

             
             A Cipro la benzina costa meno del gasolio.                                   Vecchia inglese oscena con minigonna e cappellino ripresa di spalle.


Nicosia. Automobili storiche del presidente arcivescovo Makarios.

              
A Cipro il colore del bouganville è straordinario.

Affi, 10 maggio 2011
*   *   *
VACANZE  CULTURAL-GASTRONOMICHE

         
                          Sanremo. Anna in pizzeria                                        XX Miglia. Valentino sotto una lastra dedicata a S. Quasimodo.


XX Miglia alta. Cattedrale di S. M. Assunta. Pulvino del V-VI secolo in marmo greco con chrismon fra foglie d'acanto.

P.S. Nutro qualche dubbio che il manufatto in marmo sia un pulvino anche perché cavo.
P.S. Al ristorante consumiamo le pietanze sempre quasi comunitariamente in modo da assaggiare tutte le portate.

Ventimiglia, 16 aprile 2011
*   *   *
PRIMAVERA  IN  SICILIA


Valentino - Trapani - Molo torre di Ligny - 27 marzo 2011


Trapani - Tramonto - Sullo sfondo la torre di Ligny - 27 marzo 2011


Anna - Trapani, lungomare Dante Alighieri - 27 marzo 2011
Trapani, 27 marzo 2011
*   *   *
TURISMO  A  FIRENZE

Il Museo nazionale del Bargello chiude alle ore 14.00 ma i custodi “cacciano” i visitatori verso le 13.30 perché devono andare a pranzare... Allora ci si reca nella vicina piazza del Duomo dove si può ammirare la basilica di San Maria del Fiore, il Campanile di Giotto ed il Battistero di San Giovanni. Siccome la temperatura è polare ci si rifugia all'interno della chiesa dove si resta delusi perché tanto è bello l'esterno quanto è spoglio l'interno (gli affreschi della cupola del Brunelleschi richiedono l'uso del binocolo) il quale è però animato dal pullulare delle giapponesine dalle gambe storte che fan sembrare i rari turisti italiani dei giganti.
P. S. Pensando a "Les boules de Canton", i cesellatori cinesi hanno ancora molto da imparare nella lavorazione dell'avorio dagli artisti inglesi medievali.


Placca medievale inglese in osso. Firenze, Museo Nazionale

Firenze, 14 dicembre 2010

*   *   *
VIAGGGIO A NAPOLI: CONSIDERAZIONI
Turisticamente il centro storico della città di Napoli è fantastico e lo si può integrare con visite a POMPEI, alla REGGIA DI CASERTA, alla SOLFATARA DI POZZUOLI, all'isola di CAPRI e alla COSTIERA AMALFITANA. Meglio visitare l'insieme in più riprese.
Per raggiungere Napoli è da escludere l'auto privata: ci sono pochissimi parcheggi e le autorimesse sono rare e carissime. E' opportuno utilizzare l'aereo perché più veloce e meno caro del treno e l'aeroporto di Capodichino è vicinissimo alla città con navette frequenti al costo di tre euro a tratta (pagamento a bordo). In città si circola a piedi oppure in corriera o metropolitana (costo 1,10 euro per 90 minuti).
I ristoranti di lusso non esistono: ci sono quasi esclusivamente trattorie e pizzerie che praticano prezzi normali ma i conti vengono maggiorati del 10% e del “coperto” se non si sceglie il menu a prezzo fisso: esiste ancora una mentalità di “sfruttamento del turista”. Non ci sono supermercati (si trovano nell'estrema periferia) ed i numerosissimi negozi praticano prezzi ragionevoli o concorrenziali.
I musei ed i luoghi di interesse artistico sono vigilati da custodi tolleranti che – con esclusione della cappella di San Severo dove esistono delle “cerbere” – lasciano fotografare tutto il possibile forse perché i negozi dei musei sono sfornitissimi (escluso San Severo) ed è un vero peccato specialmente per la Certosa di San Martino che rappresenta uno dei massimi capolavori mondiali. Da notare che tutti i luoghi di interesse storico ed artistico sono conservati bene e rispettati dai visitatori. I prezzi di ingresso sono un po' cari con esclusione di Villa Aragona Pignatelli dove il biglietto intero costa due euro.
Anche se non circolano vigili e poliziotti la città è sicurissima.
Napoli ovviamente è indicata per un turismo culturale anche se qualcuno va a vedere la villa di Maradona...
In conclusione: vedi Napoli e poi mori... (Per i superstiziosi: Mori è in provincia di Trento ...)
Affi, 23 novembre 2010
*   *   *
SPAZZATURA A NAPOLI
Ieri l
’ispettore inviato dalla Commissione Europea, Pia Bucella, in perlustrazione a Napoli e dintorni per visionare lo stato d’emergenza rifiuti, dopo un primo controllo ha dichiarato: “Dopo due anni la situazione non è molto diversa. I rifiuti sono per le strade, non c’è ancora un piano di trattamento e gestione della differenziata“.
Nel mio recente soggiorno a Napoli ho notato che nelle vie principali del centro storico non vi è una situazione disastrosa, però non ho visto né cassonetti né cestini e nelle vie laterali vi sono da settimane cumuli di immondizie come sul retro del Grand Hotel X dove ho alloggiato.


Napoli, 17 novembre 2010, retro Gran Hotel X

COMMENTO: potrebbero temporaneamente ammassare le immondizie nello Stadio San Paolo che è molto capiente...
P. S. Sul finire degli anni '50 quando risiedevo a Sanremo in via Martiri della Libertà 27, nell'appartamento sopra il mio abitava una famiglia di Napoletani (Il capofamiglia faceva di tutto, anche il dentista (!) ed ultimamente il mago … [si faceva pubblicità anche in televisione finchè...]) che spesso e volentieri lanciava i sacchetti di immondizia dalla finestra ... sebbene gli spazzini passassero porta a porta tutti i giorni (Verso le quattro del mattino il netturbino saliva a piedi sino all'ultimo piano con un sacco vuoto sulle spalle e scendendo lo riempiva con il contenuto dei bidoncini metallici dell'immondizia).
Verona, 22 novembre 2010

*   *   *
VIAGGIO A NAPOLI
GIORNO 1 – Mattino: arrivo e sistemazione in albergo 4 stelle del centro storico
    Pomeriggio: Visita centro storico città: Galleria Umberto I, Via Toledo, via dei Tribunali, via Duomo, via San Biagio dei Librai (Spaccanapoli)
GIORNO 2 Mattino: Palazzo Aragona Pignatelli
    Pomeriggio: Museo Archelogico Nazionale
GIORNO 3 Mattino: Cappella Monte di Pietà e Duomo San Gennaro (Chiesa di Santa Restituta, Battistero di San Giovanni,
    Museo del Tesoro di San Gennaro),
Chiesa di San Domenico e Chiostro delle Clarisse
    Pomeriggio: Reggia di Capodimonte e Museo.
GIORNO 4 Mattino: partenza per isola di Capri da molo Beverello con Aliscafo
    Anacapri: Villa San Michele, Casa rossa e Chiesa di San Michele
    Pomeriggio: Capri, Certosa San Giacomo e giardini di Augusto. Villa Jovis (cinquanta minuti a piedi)
GIORNO 5 Mattino: Palazzo reale.
    Pomeriggio: Certosa di San Martino
GIORNO 6 Mattino: Cappella di San Severo. Chiesa San Paolo Maggiore, Chiesa del Gesù Nuovo
    Pomeriggio: Maschio Angioino.
    Ritorno

N. B. E' necessario utilizzare scarpe robuste perché la pavimentazione è in sampietrini e lastre laviche
P. S. Percorsi, fermate ed orari degli autobus urbani si trovano sul sito
www.anm.it

Bardolino, 21 novembre 2010
*   *   *
LE CHIESE DI NAPOLI
Mercoledì 17 novembre 2010 verso mezzogiorno tornando dal Maschio Angioino entro nella chiesa di Santa Brigida e noto che vi è un nutrito gruppo di fedeli che recita il rosario. Alle ore 12.00 inizia la Santa Messa. Resto un po' stupito ed Anna mi fa notare che quella è la terza celebrazione della mattinata (in giorno feriale) !
Tanta devozione non è certamente un caso in quanto a Napoli ci sono circa 500 chiese molte delle quali incastonate fra i palazzi.
Da rilevare la continua processione di fedeli lungo Spaccanapoli diretti al oppure provenienti dal Duomo come se fossimo a Lourdes (l'unica differenza è che lungo la strada vi sono negozi di Presepi anziché di Immagini "sacre"). Aggiungo che vi erano anche pellegrini in sedia a rotelle diretti alla Cappella di San Gennaro oppure alla chiesa del Gesù Nuovo dove il 16 novembre si festeggia la ricorrenza di San Giuseppe Moscati.
   
Napoli: Cappella di San Gennaro                                         Napoli: chiesa del Gesù Nuovo                                                  Presepi a "Spaccanapoli"
P. S. E qualcuno dice che i veneti sono bigotti...
Napoli, 17 novembre 2010


*   *   *
STRANE  DONNE  NAPOLETANE
Domenica sera mentre stavo cenando all'aperto in Piazza del  Gesù  Nuovo sono passate vicino al mio tavolo due belle donne (una trentenne ed una quarantenne) ed hanno cominciato gesticolando a salutarmi ed a mandarmi dei baci (!!!). Mia moglie, che voltava loro le spalle, si è accorta che stava succedendo qualcosa di strano anche perchè dopo aver fatto due passi hanno ricominciato con i saluti ed i baci.
Non dico come ha reagito mia moglie ... Ma io che c'entro ? Non le avevo mai viste ...
Napoli non finisce mai di stupire ...
Napoli, 16 novembre 2010
*   *   *
"U CALIFFO"
Probabilmente le due signore mi hanno scambiato per Franco Califano.
Napoli. 17 novembre 2010
*   *   *

Valentino  -  Napoli. Piazzale Certosa San Martino.
Napoli, 16 novembre 2010
*   *   *


Valentino  -  Napoli. Chiostro Certosa San Martino.
Napoli, 16 novembre 2010
*   *   *
"NAPULE"


Anna Maria  -  Napoli. Palazzo reale. Orologio XIX secolo.
Napoli, 16 novembre 2010
*   *   *
PULIZIA  E  SPORCIZIA  NAPOLETANE
Tanto Napoli è sporca (non ho mai visto uno spazzino con la ramazza in mano ed i camerieri spostano le cartacce con i piedi) quanto Capri è pulita (è una "Svizzera", anche nei prezzi).
Capri, 15 novembre 2010
*   *   *
CAPRI


Valentino G. -  Capri, 15 novembre 2010  -  Villa Iovis dell'imperatore Tiberio e la penisola Sorrentina


Anna Maria  -  Capri, 15 novembre 2010  -  Giardini dell'imperatore Augusto ed i Faraglioni.
Capri, 15 novembre 2010
*   *   *
PETER  BRUEGEL
Uno dei motivi per i quali sono venuto a Napoli è per vedere dal vero "La parabola dei ciechi" di Peter Bruegel il vecchio, che avevo visto in cartolina a Sanremo fine anni '50 quando ce la mandarono a casa verso Natale per un offerta.

Pieter Bruegel "La parabola dei ciechi", 1568 - Museo di Capodomonte.
Napoli, 14 novembre 2010

Napoli: "Chiostro maiolicato delle clarisse".
Napoli, 14 novembre 2010
*   *   *
COLAZIONE  NAPOLETANA
Colazione a base di SFOGLIATELLE, PASTIERA NAPOLETANA e BABA' AL RUM. Eppure c'è chi preferisce uova strapazzate e prosciutto  cotto ...

 Napoli, 14 novembre 2010
*   *   *
NAPOLI  MUSEO  ARCHEOLOGICO

Napoli. Museo archeologico. Statua di Diana Efesina.
Napoli, 13 novembre 2010
*   *   *
PIZZA  PARTENOPEA
La pizza verace con il cornicione (bordo farcito di ricotta) si degusta soltanto a Napoli.
        
Napoli, 12 novembre 2010
P.S. Con personale di servizio sala e cucina rigorosamente maschile.
Napoli, 12 novembre 2010
P.S. Terminando la cena con un mini-caffè-crema superconcentrato.
Napoli, 13 novembre 2010
*   *   *

PALMA DA DATTERO


Phoenix dactylifera
Sanremo, 1° novembre 2010 - Giardini Vittorio Veneto

Sanremo, 1° novembre 2010

*   *   *
AEROPORTO  DI  SAN  PIETROBURGO
A San Pietroburgo, all'arrivo da Monaco di Baviera, abbiamo aspettato trenta minuti sull'aereo prima che giungesse la corriera-navetta.
Al ritorno, eravamo diretti a Monaco di Baviera, abbiamo aspettato un'ora prima di effettuare la registrazione (check in) perchè il terminale non funzionava (solo dopo un'ora sono giunti due ragazzini: esperti di informatica ?). Dopo aver effettuato un lentissimo controllo dei passaporti ci siamo diretti al cancello 6 (gate 6) ma dopo mezz'ora è apparso l'avviso di dirigersi al controllo di sicurezza del cancello 1 dove una signorina controllava tutti i passeggeri di quattro voli diversi che dovevano partire entro 30 minuti. C'era una ressa incredibile con donne con bambini in passeggino che non venivano lasciate passare per paura di perdere l'aereo. Spintonando e difendendo la postazione siamo riusciti a passare il controllo togliendoci le scarpe e quasi i pantaloni. Eravamo in ritardo ma l'areo della Lufthansa ci ha aspettato. Siamo saliti sulla corriera-navetta e dopo dieci metri (dico dieci metri) siamo arrivati alla scaletta dell'areo. E' stata tanta la sorpresa dei passeggeri che è scoppiato spontaneo un generale fragoroso applauso polemico indirizzato al conducente della corriera. Fortunatamente il pilota tedesco ha recuperato quasi quaranta minuti di ritardo,
CONCLUSIONE: a San Pietroburgo la “logistica” aeroportuale è gestita da un branco di ragazzine russe sprovvedute. Inoltre la manutenzione non viene effettuata (il tunnel mobile del gate 6 non funzionava e neppure una delle attrezzature per i controlli di sicurezza).
C'è da dire che Gianluca, il coordinatore italiano frocio dell'agenzia turistica, ci aveva avvisato che i tempi degli uffici pubblici russi bisogna moltiplicarli per tre (rispetto a quelli italiani).
Ora capisco meglio perchè il comunismo statalista russo è crollato …
San Pietroburgo, 19 luglio 2010

SAN PIETROBURGO E LA SECONDA GUERRA MONDIALE
E' emozionante vedere l'incrociatore “Aurora”, attraccato sulla Neva presso la fortezza dei santi Pietro e Paolo, perchè il 25 ottobre 1917 da un suo cannone partì il segnale di attacco al “Palazzo d'inverno”.Parlando con gli amici di viaggio dell'assedio di San Pietroburgo durante la seconda guerra mondiale R. S. mi disse che suo padre, combattente in Russia, vide i tedeschi rinchiudere un gruppo di contadini russi in un fienile e darvi fuoco come fecero anche per interi villaggi. G. B., cittadina tedesca sposa di un italiano, invece disse che suo padre, militare della Wehrmacht, non parlò mai in famiglia delle sue vicende di guerra.
P.S.: ESAMI DI STATO E RIVOLUZIONE RUSSA
Il 10 luglio 2010, durante gli esami di Stato al PACLE di Villafranca, la candidata Vanzini Giorgia discusse il suo argomento “Satira di guerra” (La rivoluzione russa, Animal farm di George Orwell, Guerra civil española) in modo a mio avviso magistrale (tenendo presente che il sottoscritto non è filocomunista...) rispondendo anche a mie domande particolari su Lev Trotsky. Purtroppo l'argomento fu valutato mediamente soltanto 26/30. Traendo spunto da alcuni casi (c'era una prevalenza di italiano su storia), mi sono accorto che la storia non è né amata né adeguatamente conosciuta dai professori (attenuante: è vastissima).
COMMENTO.
E' commovente sentire una ragazzina parlare compiutamente della rivoluzione russa occorsa quasi cento anni fa: dovrei scriverle una lettera personale di elogio.
San Pietroburgo, 18 luglio 2010


MUSEO  ERMITAGE

Ci vorrebbero tre giorni per visitarlo decentemente possibilmente senza guida russa perchè questa non sempre ha la sensibilità artistica degli Italiani. Infatti alcuni preferiscono noleggiare l'audioguida e soffermarsi sulle opere che maggiormente interessano loro. Le guide russe di una certa età sono più storiche politiche ed apologetiche che storiche dell'arte.

           

                                                           Statuette d'avorio (XVIII sec.)                                                                    Madonna con bambino (Benois) di Leonardo da Vinci (circa 1478)
San Pietroburgo, 18 luglio 2010

BALLETTO  DI  TCHAIKOVSKY
Al teatro Alexandrinskij oggi è stato rappresentato il Lago dei cigni di P. I. Tchaikovsky. L'orchestra non era nutritissima (era formata da trenta strumentisti) ma in compenso il corpo di ballo contava 19 ballerine ed 11 ballerini. Le scenografie erano stile neoliberty. Non vi è stato un momento che sul palco non fosse presente qualche ballerino. Il migliore (erano tutti giovani) è stato Rothbart che a momenti sembrava volare. Se aggiungiamo la posizione centrale di prima fila, il caviale e lo champagne si può dire che valeva la pena di venire a San Pietroburgo.
P.S. Non mancava, fra gli spettatori, la folta rappresentanza giapponese.
San Pietroburgo, 17 luglio 2010


NOTTI  BIANCHE

Anche a metà luglio a San Pietroburgo la notte dura solo quattro ore durante le quali c'è ancora un barlume di luce. La Prospettiva Nevsky è animatissima di giovani, alcuni negozi sono aperti ed i ristoranti lavorano a pieno regime. Sembra di essere in Marocco durante il Ramadan.
San Pietroburgo, 16 luglio 2010

*   *   *
PESCI DOMESTICI
A Sanremo e dintorni, negli anni '60, andavo a pesca con la canna o con il fucile subacqueo e fiocina e catturavo saraghi, gobbi, cefali, scorfani, babecure, triglie, aguglie, sarpe, bughe, polpi, ecc.. Ora non pesco più, mi diverto a guardare e nutrire i pesci che fiduciosi mi si accostano. Nelle acque prospicienti i bagni Nettuno di Sanremo, gli anni scorsi distribuivo briciole di pane vecchio ai pesci i quali, dopo un po' di allenamento, venivano a mangiare direttamente in mano. Prima si accostavano velocemente i saraghi e poi gli altri pesci. Quest'anno non c'è stato bisogno di addestramento: sono andato a posizionarmi nel solito posto in piedi nell'acqua immerso fino al collo davanti allo sbocco ed i pesci sono venuti subito a mangiare il pezzo di pane che impugnavo. Vi sono prevalentemente sarpe, bughe, girelle, saraghi e cefali. Sono molto simpatici perchè quelli grossi girando gli occhi verso l'alto mi guardano in faccia quasi mi conoscessero.
Le grasse sarpe vagamente oro e glauco striate sono le più ardite: vengono in gruppo e azzannano il pane come farebbe un branco di piragna (qualcuna, quando il pane sta esaurendosi, mi morsica leggermente le dita). Sono tonde come tonni tanto che le chiamo “vacche di mare”. Mentre mangiano ogni tanto le accarezzo leggermente e loro non si spaventano.
Posso proprio dire che anche i pesci si possono addomesticare.
Sanremo, 5 agosto 2009
*   *   *
ALBERGO GRAZ (AUSTRIA)
PALAIS-HOTEL E. J. a quattro stelle nella piazza principale di Graz: ottimo, peccato che, come in quasi tutti gli alberghi austriaci anche di lusso, i bagni - pur dotati di vasca e doccia - siano senza bidet. Evitare le stanze che guardano sul cortile interno: l'impianto di climatizzazione non lascia dormire.
Graz, 30 luglio 2009
*   *   *

SANREMO: paradiso degli amanti della vita all'aria aperta.

Sanremo ha un clima mite durante tutto l'anno: in inverno la temperatura non scende mai sotto lo zero e d'estate non supera i trenta gradi.

La città si trova in un ampio golfo riparato a nord dalle montagne retrostanti.

Le escursioni termiche diurne/notturne sono contenute nel limite massimo di sei gradi (tre d'inverno) grazie all'azione stabilizzatrice del mare.

La luminosità è notevole perchè vi è l'irraggiamento riflesso del mare. Anche quando raramente piove, con debole intensità, il sole appare almeno una volta al giorno a causa delle correnti verticali presenti nel golfo.

L'aria è purissima, ricca di ossigeno e quindi salubre. E' il luogo ideale per chi ama respirare a pieni polmoni.

Passeggiate sul lungomare: Corso Imperatrice, Corso Salvo D'Acquisto e Corso Trento e Trieste.

Pista ciclabile pianeggiante e panoramica: sul tracciato della vecchia linea ferroviaria costiera che per una ventina di chilometri congiunge il centro cittadino a San Lorenzo al Mare contornata da bouganvillee, aloe, agavi, gelsomini e palme.

Giardini pubblici: Villa Ormond, Villa Zirio e Parco Marsaglia con ficus monumentali, cycas secolari, palme (washingtonie, dactylifere, nucifere e canariensis), aloe, Encephalarthos e altre piante tropicali. In località San Romolo sono possibili passeggiate nei boschi di pini.

Spiagge: numerosissime e attrezzate per tutti i gusti (quelle libere sono veramente poche).

Alberghi: da una a cinque stelle lusso.

Gli sportivi possono praticare: il golf (Circolo Golf degli Ulivi), l'ippica (Società Ippica), il tiro (Sezione di tiro a segno e a volo), la vela (Yacht Club Sanremo) ed il surf ai Tre Ponti.

Attività subacquea
: attaccate agli scogli a pochi metri di profondità vi sono le spugne (Phylum Porifera). Non descrivo come sono camuffate per non stimolarne la raccolta.

Servizi: poste, banche, medici, ospedale, artigiani, liberi professionisti, negozi, supermercati in centro, mercato fisso e ambulante, cinema, teatri, orchestra sinfonica, casinò, musei e pinacoteche (gratuiti), chiese di varie religioni.

Sanremo è una città completa adatta a chi ama muoversi a piedi o in motocicletta. E ideale per chi vuole non rimanere rintanato in casa ma fare lunghe passeggiate in tutte le stagioni. Gli abitanti hanno un'età media elevata in quanto gli anziani dell'Italia settentrionale fuggono dalle nebbie e dall'afa padane e vengono a trascorre lunghi periodi nella Città dei Fiori.

POST SCRIPTUM:

Surf a “corpo libero”: nei primi anni '60 ai Tre Ponti ho inventato il surf a corpo libero (non conoscevo il termine surf). Non esistendo le attuali tavole, al momento giusto “agganciavo” il terzo cavallone e nuotando a tratti (per non farmi superare dall'onda) arrivavo fino a riva sulla sabbia. Ha avuto subito un grande successo e noi ragazzi ci divertivamo moltissimo facendoci trasportare dalle onde anche per una cinquantina di metri. Bisogna stare a volte in apnea. Il torace in pratica funge da tavola: resta fuori solo la testa.

“Nuoto galleggiato”: è stato inventato nello stesso periodo dal mio compagno di scuola Giancarlo Pattone (in seguito divenuto calciatore professionista) e consiste, dopo una corsetta iniziale in acqua bassa, nel lanciarsi sul pelo dell'acqua e nuotare velocissimamente ruotando come pale di mulino le braccia tese, le quali devono schiaffeggiare l'acqua per restare il più possibile in superficie. Pure le gambe bisogna "sbatterle" rapidamente affinchè non affondino. Chi riesce a nuotare in questo modo, cioè con tutto il corpo praticamente fuori dall'acqua, va veloce come un aliscafo o un overboat  per qualche decina di metri. E' molto faticoso ed occorre una velocità di braccia e gambe notevole, ma se un nuotatore lo praticasse vincerebbe sicuramente la gara olimpica del 50 metri stile libero.

E' un peccato che queste attività di ragazzi degli anni sessanta siano state dimenticate ed è per questo motivo che le scrivo.

Sanremo, 4 giugno 2009


*   *   *
TORINO E LE SUE PIAZZE

Primo giorno: Alloggiare in centro in un albergo a 4 stelle o superiore: non sono cari e ve ne sono molti.
Mattino: GALLERIA SABAUDA: vi stancherete di vedere quadri…  
Pomeriggio:
MUSEO EGIZIO: sembra un supermercato ma ne vale la pena (è il secondo al mondo dopo quello del Cairo per numero di opere).
      
Sera: MOLE ANTONELLIANA: se avete voglia di fare una discreta coda.

Secondo giorno:
Mattino: PALAZZO CARIGNANO e MUSEO DEL RISORGIMENTO per rivivere la nascita del regno d'Italia.
Pomeriggio: REGGIA DI VENERIA REALE tanto propagandata ma non ne vale la pena: la visita costa 12 euro e vi sono soltanto locali vuoti perché i francesi nell’800 hanno portato via anche le piastrelle. E’ meglio andare a STUPINIGI.

Terzo giorno:
Mattino: PALAZZO REALE. Bello: vi sono ancora alcuni arredi dei Savoia.
Mattino: CATTEDRALE: ospita la Sacra sindone (si può vedere soltanto quando vi è l'ostensione).
Pomeriggio: PALAZZO MADAMA con MUSEO CIVICO D'ARTE ANTICA. E’ fantastico, vi sono tantissime opere d’arte con statue, quadri, carrozze,
avori, coralli, porcellane, ecc. E’ stata la dimora della duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours. A mio avviso è l'edificio più bello di Torino: si respira l'aria del '600-'700 e sembra di passeggiare accompagnati dallo spirito della duchessa.


Torino non è famosa come città turistica ma ingiustamente: merita invece di essere visitata per i suoi musei, monumenti, palazzi, parchi, grandi strade, larghi marciapiedi e soprattutto tante piazze (Castello, Carlo Felice, San Carlo, Carlo Emanuele II, Repubblica, C.L.N., Carignano). La sua struttura urbanistica risente dell'organizzazione sabauda del XVII e XVIII secolo ed è perfettamente conservata tanto che se non vi fossero i veicoli a motore od elettrici sembrerebbe di vivere nel passato. Vestigia romane e medievali sono pressochè inesistenti. I torinesi sono gentili ed educati. Vi sono tanti mezzi di trasporto pubblici efficienti (http://www.comune.torino
.it/gtt/) e due stazioni ferroviarie in pieno centro (Porta Susa e Porta Nuova).

Sanremo, 9 maggio 2009

*   *   *

TOUR ARTISTICO-ARCHEOLOGICO DELLA SICILIA.
Primo giorno: PALERMO. Piazza i "Quattro Canti" (piazza Vigliena). Piazza Pretoria con fontana. San Giuseppe dei teatini (con il “delirio” del barocco siciliano). Cattedrale con cripta e tesoro. Museo diocesano.
Secondo giorno: PALERMO. Cappella palatina e palazzo del Normanni. San Giovanni degli Eremiti (chiusa). Palazzo Mirto (dimora nobiliare intatta donata allo Stato nel 1982 da Maria Concetta Filangeri, in ossequio all’estrema volontà del fratello Stefano). Chiesa della Martorana (culto greco-ortodosso con mosaici e cupolette). Chiesa di San Cataldo.
Terzo giorno: PALERMO. Galleria regionale di Sicilia (chiusa). Orto botanico (secolare Ficus macrophylla con sviluppo spontaneo, enorme Dracaena draco,  viale di spinose Chorisia speciosa). Museo archeologico “A. Salinas” (può essere chiuso per disinfestazione).
Quarto giorno: AGRIGENTO. Valle dei Templi (si cammina molto) e Museo archeologico (da non mancare per il gigante del tempio di Zeus).
Quinto giorno: CATANIA. Castello Ursino (parzialmente chiuso ma con visita gratuita)Teatro greco-romano (chiuso da nove anni). Piazza del Duomo con obelisco egizio ed elefante romano in pietra lavica. Museo diocesano. Via Etnea. Anfiteatro romano.
Sesto giorno: SIRACUSA. Museo archeologico (chiuso). Parco archeologico (Anfiteatro romano, Latomie, Ara di Ierone II, Teatro greco (da non visitare in tarda primavera ed estate perché ricoperto di assi di legno per far sedere gli spettatori). Ortigia.
Settimo giorno: SIRACUSA. Catacombe di San Giovanni. Tempio di Apollo. Ipogeo (chiuso). Gabinetto numismatico (chiuso). Duomo. Fonte Aretusa. Castello Maniace (solo esterno). Galleria Regionale di palazzo Bellomo (chiusa).

Alloggiare sempre in centro e scegliere possibilmente alberghi a quattro stelle (specialmente a Palermo). Armarsi di pazienza perché come sopra esposto molti musei sono chiusi (I dipendenti cosa fanno nel frattempo…?). Scegliere ristoranti con menu di pesce a prezzo fisso. Degustare spaghetti ai ricci di mare e cassata siciliana. Mezzi di trasporto: aereo e corriera.

Ad Ortigia c'è un mercato con bancarelle dove vendono i mandarini tardivi a centesimi 65 il chilogrammo, le sogliolone verdi ad euro 8,00 ed il pesce spada decongelato ad euro 10,00     

La Sicilia merita essere visitata e valorizzata, peccato che i funzionari pubblici non siano all’altezza di quelli privati: sembra che dopo essere stati assunti abbiano acquisito il diritto a percepire lo stipendio senza lavorare (Al secondo piano di palazzo Mirto l’unico guardiano se ne stava a “lavorare” con il proprio computer portatile ed in portineria le addette vendevano un libro – fondo di magazzino - del 1985 ad Euro 15 senza ricevuta fiscale). A Palermo non si vedono vigili urbani e la città è di una sporcizia indecente con strade senza marciapiedi o con pavimentazione dissestata (indossare scarpe robuste).

All'aeroporto di Catania al controllo di sicurezza vi sequestrano i vasetti di sugo di peso superiore a 100 grammi anche se vi offrite di ridurre il contenuto nei limiti consentiti perchè fa fede quello che c'è scritto sull'etichetta... e dove finiscono? Potete poi comperare intere bottiglie di vino nei negozi duty free.

Sanremo, 29 marzo 2009


*   *   *

SANKT FLORIAN
                                                                                        

Sankt Florian è un paesetto con un'enorme abbazia agostiniana barocca (ha una facciata lunga 214 metri) nei pressi di Linz - fra Salisburgo e Vienna - in Austria. Questa abbazia merita si essere visitata perchè a mio avviso è più bella di quella di Melk, non per la basilica o la pinacoteca (con quadri di Altdorfer) o la biblioteca o il salone dei marmi ma per le 14 camere da letto reali e papali dove si possono ammirare mobili, letti adornati con statue colorate, stufe, tappeti e poltrone della fine del XVII secolo originali. La camera più bella è quella centrale destinata al Papa (vi sono anche le pantofole di seta).
E' una località quasi sconosciuta e scarsamente frequentata. La visita avviene in un ambiente impressionantemente silenzioso che crea l'atmosfera magica del passato immutato. Merita di essere visitata da chi ama l'arte ed il bello.
Sanremo, 14 marzo 2009
*   *   *
CRACOVIA - Kraków in polacco
Cracovia  ha un centro storico ampio e stupendo. Fra i vari monumenti consiglio la visita del museo Czartoryski perchè oltre il famoso quadro di Leonardo da Vinci "La dama con l'ermellino" ha una raccolta molto varia (si parte da reperti egizi ed etruschi) con la caratteristica di essere praticamente un'esposizione di opere ed oggetti artistici formatasi negli anni da parte dei nobili polacchi Czartoryski i quali hanno raccolto avori, coralli, argenti, quadri, armature, libri, statue, ecc. La parte più affascinante è il bottino di guerra preso ai turchi nella battaglia di Vienna del 1683 con tappeti, tende, lance, spade, troni, ecc.
Più che un museo sembra un magnifico palazzo arredato da gente ricchissima che comperava opere d'arte per il proprio piacere.
Sanremo, 15 dicembre 2008

*   *   *

Archivio news

*   *   *
*   *
*